Reddito di cittadinanzaCondannati e latitantinon lo prenderanno

Avanzata la proposta dalle relatrici in un emendamento al decreto

Stop a reddito e pensione di cittadinanza per chi ha subìto una misura cautelare personale anche senza la condanna definitiva. Questo l’emendamento proposto dalle deputate pentastellate Dalila Nesci e Elena Murelli e relatrici del decreto sul Reddito di cittadinanza e pensione di cittadinanza. La sospensione sarà adottata anche all’esito di convalida dell’arresto o del fermo o per una condanna anche con sentenza non definitiva.

Il provvedimento varrà anche per i latitanti o per chi si è sottratto volontariamente all’esecuzione della pena. Nei primi giorni di avvio delle richieste aveva infatti suscitato polemica la presentazione ai Caf di alcuni componenti della famiglia Spada.

Matteo Petri

Giovane studente appassionato di giornalismo, filosofia e musica. Nato nella provincia toscana di Lucca nel 1995, diplomato allo scientifico e laureato in filosofia a Pisa nel 2017. Compulsivamente curioso di natura, assillatore di domande professionista. Vespista, nonché bassista nel tempo libero.