Unicef: "In Siria 1000 bimbiuccisi nel 2017"Situazione peggiore dal 2016

A rischio i bambini con disabilità Il bilancio potrebbe aggravarsi nel 2018

Sono i bambini le prime vittime del conflitto in Siria. L’ultimo report dell’Unicef rivela dati allarmanti: nei sette anni di guerra, il 2017 è stato quello che ha registrato il numero più alto di morti tra i bambini: 910, il 50% in più rispetto al 2016. A questi si aggiungono 361 bimbi feriti, molti dei quali diventati disabili.

Il bilancio del 2018 potrebbe aggravarsi ancora: soltanto nei primi due mesi dell’anno, sottolinea l’agenzia dell’Onu ricordando dati già diffusi la scorsa settimana, sembra siano stati uccisi o feriti 1.000 bambini. Il 17% delle vittime ferite da armi esplosive sono bimbi, segnala ancora l’Unicef. Un numero stimato di 3,3 milioni di loro in Siria è esposto al pericolo di incorrere in esplosivi, fra cui mine, ordigni inesplosi e ordigni improvvisati.

E proprio per quei bambini rimasti vittime di esplosioni, spesso con gravi disabilità e mutilazioni, l’Unicef lancia l’allarme. Rischiano di rimanere esclusi e dimenticati come oltre un milione e mezzo di persone che vivono attualmente con invalidità permanenti causate dalla guerra.

Luisa Vittoria Amen

Nata a Genova nel 1991 si laurea in Lingue e Culture moderne all'Università LUMSA di Roma. Dal 2014 è fashion editor e content writer di Pinkitalia, canale donna di QN di cui cura i contenuti moda e beauty. Viaggiatrice instancabile, lettrice onnivora, cinefila appassionata.