Bimbi a scuola / Foto Ansa

Roma, bimbo iperattivo torna a scuola dopo21 giorni di sospensione

Il ministro dell'Istruzione Valditara invia ispettori per le verifiche

ROMA – È tornato a scuola il bambino di sei anni affetto da un “disturbo del deficit con iperattività” che era stato sospeso per 21 giorni, dal 28 febbraio al 21 marzo 2024. Un provvedimento annullato dal Tar con un decreto che l’istituto in provincia di Roma, però, non aveva rispettato.

Nella scuola elementare sono arrivati stamattina, giovedì 7 marzo, gli ispettori inviati dal ministro dell’Istruzione Giuseppe Valditara, per approfondire la vicenda. Vuole vederci chiaro il responsabile del dicastero e capire perché la dirigenza della scuola del litorale romano non ha ottemperato a un decreto della magistratura amministrativa.

Appena ricevuta la pec da parte dell’istituto, i genitori avevano lanciato un appello: “Nostro figlio deve tornare a scuola come disposto dal Tribunale, il ministro lo faccia rispettare alla scuola il decreto del Tar, lo faccia per la serenità di nostro figlio di appena sei anni che si vede negato un diritto”.

Il piccolo, dopo la decisione del Tar si era presentato a scuola l’1 marzo ma non era stato fatto entrare.

Raffaele Rossi

Laureato in Scienze della Formazione e con un Master in marketing, management e comunicazione nella musica. Ho lavorato come press officer e nel marketing digitale. Collaboratore del Corriere Roma. Dal 2017 Managing director del sito musicale End of a Century: mi occupo di interviste, recensioni e news.