Serie A, turno infrasettimanale per la 5° giornata. Fiorentina-Juventus e Napoli-Lazio i big match

Nemmeno il tempo di asciugarsi il sudore e si ritorna in campo per il turno infrasettimanale. Parte stasera la 5° giornata del campionato di serie A con la sfida più attesa, quella tra Fiorentina e Juventus. In classifica i bianconeri hanno già allungato il passo sulle due dirette rivali, Inter e Milan, con sei punti di vantaggio sulla prima e ben nove sulla seconda. Le milanesi, dopo le sconfitte con Siena e Udinese, sono chiamate a una prova di carattere, per ridare fiducia all’ambiente e sicurezza agli allenatori. Moratti e Galliani hanno confermato Stramaccioni e Allegri sulle rispettive panchine, ma la pazienza non durerà ancora per molto. Il Milan ospita in casa il Cagliari, che viene da un turno di “riposo”, dopo aver perso la partita conla Romaa tavolino per3 a0. E dovrà farlo senza il suo mister in panca, essendo stato squalificato dopo la partita con l’Udinese per le frasi ingiuriose rivolte all’arbitro. In compenso potrà consolarsi con il ritorno di Robinho, guarito dall’infortunio che lo ha tenuto lontano dai campi di gioco per tre giornate. L’Inter invece dovrà affrontare la trasferta di Verona contro il Chievo.

Big match. L’altra sfida molto attesa della 5° giornata di campionato sarà quella tra Napoli e Lazio, allo stadio San Paolo. La squadra di Mazzari viene da un pareggio ottenuto sul campo del Catania, che ha però tutta l’aria della sconfitta. Gli azzurri infatti, pur giocando per tutta la partita con un uomo in più, sono stati bloccati sullo zero a zero dalla squadra di Maran, rischiando la beffa nel finale con il palo colpito da Gomez. Vorranno quindi rifarsi, ma ai biancocelesti non mancano certo le motivazioni. Dopo la sconfitta in casa contro il Genoa, con gol siglato nel finale dall’ex romanista Marco Borriello, la squadra di Petkovic proverà a non perdere di vista la capolista, da cui la distanziano solo tre punti.

Zeman ritorna all’Olimpico. Le altre partite del turno infrasettimanale sono Pescara-Palermo, Catania-Atalanta, Genoa-Parma, Torino-Udinese, Siena-Bologna e Roma-Sampdoria. La squadra di Zeman affronterà in casa la vera sorpresa (per ora) di questo campionato,la Sampdoria di Ciro Ferrara dai nove punti in classifica (dieci se non si tiene conto del punto di penalizzazione). I giocatori della Roma devono però dimenticare la brutta batosta presa dal Bologna – su cui vincevano per2 a 0 e finita3 a 2 per i rossoblu con una spietata rimonta – davanti al loro pubblico. Non possono perciò perdere terreno in classifica. Soprattutto, non possono più perdere su quel terreno.