Simone Inzaghi e i suoi giocatori durante il match Inter-Atalanta del 28 febbraio 2024 / Foto Ansa

Stasera Inter-GenoaInzaghi vuole la vittoriaper garantirsi lo scudetto

I neroazzurri volerebbero a +15 Juve battuta 2-1 dal Napoli

MILANO – Come un anno fa, la Juventus battuta al Maradona dagli azzurri del Napoli. Dopo il 2-1 di ieri, 3 marzo, la sconfitta dei bianconeri fornisce a Simone Inzaghi l’occasione di mettere in cassaforte lo scudetto 2024 con l’Inter. La squadra milanese chiude stasera la ventisettesima giornata di Serie A ospitando al Meazza il Genoa di Alberto Gilardino, che tocca le 50 presenze sulla panchina rossoblù. I neroazzurri possono, con una vittoria, allungare la fuga dalla Juve. I liguri sono dodicesimi in classifica: 33 punti e pochi problemi per la corsa verso una matematica salvezza. Battendoli, Inzaghi andrebbe a +15 sulla squadra di Allegri e non ci sarebbero più grandi spazi per un possibile recupero. Un successo che consentirebbe ai padroni di casa, inoltre, di mettere finalmente la testa con maggiore serenità sulla Champions League. Ma non è ancora tempo di pensare all’Atletico Madrid. Inzaghi riconosce che, in ottica europea, il miglior metodo è tirare dritto e non staccare la spina, né dal punto di vista fisico né da quello psicologico. “Dobbiamo affrontare il Genoa con grandissima concentrazione. Sarà una partita dura e difficile. Bisognerà essere puliti tecnicamente cercando di sviluppare il nostro solito gioco” ha confermato il tecnico dell’Inter intervistato da InterTv alla vigilia del match.

Il Napoli si rilancia, la Juve spreca occasioni

Mentre la Juve rischia di scivolare a -15 dai neroazzurri – e vedere quindi allontanarsi inesorabilmente lo scudetto –, il Napoli ha dato ieri dimostrazione di aver pienamente assorbito le disposizioni tattiche del nuovo allenatore Francesco Calzona, subentrato a Walter Mazzarri il 19 febbraio scorso, nonché una buona condizione fisica, migliorata rispetto alla precedente gestione tecnica. Una partita di lotta e sofferenza, mentre la Juventus recrimina per aver gettato al vento una gran quantità di occasioni sprecate. Il Napoli, dunque, è ancora vivo. “Siamo sulla buona strada, c’è ancora tanto da fare”, afferma il tecnico azzurro Calzona. Ora, con tre punti guadagnati, il Napoli può risalire sul treno per l’Europa.

Martina Vivani

Nata a Roma nel '96, sono laureata in Lettere Moderne ed Editoria e scrittura. Guidata da un forte interesse per il mondo della comunicazione, sogno di poter diventare giornalista professionista.