Tennis, Australian Open Seppi vola agli ottavi Battuto il croato Karlovic

Ora la sfida è con il britannico Edmund Scenderanno in campo domenica prossima

Il tennista azzurro, Andreas Seppi, vince e conquista gli ottavi di finale degli Australian Open.  Quella contro il croato, Ivo Karlovic, è stata una vera e propria maratona: quasi quattro ore di partita giocata sul filo dei nervi e con oltre 40 gradi sul campo. Il match si è chiuso al quinto set dopo un lungo tira e molla tra i due tennisti. Grande l’entusiasmo del pubblico in tribuna.

L’altoatesino ha iniziato la gara in maniera impeccabile, sempre concentrato e attivo anche in risposta. Poi è salito in cattedra il bombardiere Karlovic costringendo Seppi ad arrivare fino al quinto set. Nel parziale decisivo l’azzurro è stato più concreto in risposta ed è riuscito a spuntarla.

Per Seppi è stato il 37° quinto set giocato in carriera, il 12° all’Open d’Australia. Il bilancio complessivo dell’azzurro è ora di 22 quinti set vinti e 15 persi. L’instancabile Andreas ha giocato dunque gli stessi quinti set collezionati in carriera dal veneto Renzo Furlan (7 vinti e 3 persi) e dai bolognesi Paolo Canè (6 vinti e 4 persi) e Omar Camporese (7 vinti e 10 persi).

Ma la vittoria di oggi fa registrare all’azzurro un altro importante record per la sua carriera. Per la quinta volta arriva gli ottavi di finale in un torneo dello Slam. Gli era già successo al Roland Garros nel 2012, a Wimbledon nel 2013 e agli Australian Open del 2013 e del 2015.

Domenica, l’altoatesino dovrà affrontare il 23enne britannico Kyle Edmund, numero 43 Atp, ma che non appare, almeno sulla carta, un ostacolo insormontabile. Seppi ha quindi la grande chance di diventare il quarto azzurro di sempre capace di approdare ai quarti di finale degli Australian Open, dopo Giorgio De Stefani nel 1935, Nicola Pietrangeli nel 1957 e Cristiano Caratti nel 1991.

Luisa Urbani

Nasce a San Benedetto del Tronto il 21 agosto del 1990. Conseguita la maturità scientifica si laurea in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Macerata elaborando una tesi in diritto internazionale. Negli anni della laurea collabora con testate giornalistiche on line e come portavoce di personaggi politici locali.