Trump e i Sioux: continuano le proteste per l’oleodotto

Foto Ansa

Non sembra essersi risolta la vicenda dell’oleodotto in North Dakota. Infatti, sulla sua realizzazione si dovrà pronunciare Donald Trump che esaminerà la decisione presa dall’amministrazione Obama di negare il permesso per il progetto. Gelato, dunque, l’entusiasmo con cui i nativi Sioux avevano accolto la presa di posizione del presidente Obama sulla loro battaglia contro l’oleodotto. La decisione di Trump è perfettamente coerente con quanto dichiarato in campagna elettorale in materia di approvvigionamento energetico. Intanto in Nord Dakota i Sioux fanno sentire la loro voce.

Manifestazione contro l'oleodotto in Nord Dakota

Michela Eligiato

Nata a Potenza il 31/07/92. Ha conseguito la laurea triennale presso la Lumsa in Scienze Umanistiche. Ha inoltre conseguito la laurea magistrale in Editoria e Scrittura alla Sapienza, con votazione 110/110 e lode. È iscritta dal 2014 nell’elenco dei Pubblicisti dell’ordine dei giornalisti della regione Basilicata.