Trump vara il "piano B"Senza accordo sul murosarà stato di emergenza

Pelosi: "Nemmeno un soldo previsto" Il presidente: "La speaker sta giocando"

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha confermato al New York Times di essere pronto a dichiarare l’emergenza nazionale per costruire il muro al confine con il Messico. “È tutto pronto, ho creato le condizioni per fare quello che farò”, ha detto il presidente rispondendo al quotidiano. Il “piano B”, rivelato ieri in anteprima dai media statunitensi, dovrebbe scattare se l’accordo per evitare un nuovo shutdown, previsto per il 15 febbraio, non dovesse includere i soldi per il muro. “Aspetterò fino al 15, ma penso sia una perdita di tempo” ha detto Trump.

La conferma ufficiale del presidente al NYT arriva dopo il botta e risposta di ieri tra Trump e la speaker della Camera Nancy Pelosi, che aveva ribadito: “non ci sarà nemmeno un soldo per il muro nel testo che repubblicani e democratici stanno negoziando per evitare un nuovo shutdown”. Dura la risposta del presidente: “Sta giocando”.

Tommaso Coluzzi

Tommaso Coluzzi è nato e cresciuto a Roma, ha ventiquattro anni, un sacco di macchinette fotografiche ed una laurea in Comunicazione. Ama scrivere di tutto e si interessa, in ordine sparso, di dinamiche culturali internazionali, cinema, musica e tutto ciò che è catalogabile in ambito artistico