Usa, impeachment a TrumpBiden: "Processo? Va fatto"Tycoon: "Una minaccia

Intanto confermata Yellen al Tesoro è l'ex presidente della Federal Reserve

“Il processo per l’impeachment a Trump va fatto”. Per la prima volta il nuovo presidente degli Stati Uniti d’America Joe Biden si è espresso sulla causa che vedrà implicato l’ex inquilino della Casa Bianca per “istigazione all’insurrezione”, a seguito dell’assalto a Capitol Hill dello scorso 6 gennaio.

Il processo, il secondo in meno di un anno per l’ex presidente, inizierà l’8 febbraio su richiesta del leader repubblicano al Senato Mitch McConnell, per permettere al tycoon di preparare la squadra di difesa. La speaker della Camera Nancy Pelosi ha già presentato al Senato un articolo di impeachment di cinque pagine, in cui Trump viene definito “una minaccia per la sicurezza nazionale, per la democrazia e per la Costituzione”. L’articolo ripercorre tutte le mosse dell’ex presidente repubblicano, dalle false dichiarazioni sui brogli elettorali, al famigerato comizio in cui istigò i propri seguaci a “combattere come indemoniati” per contrastare l’insediamento di Biden.

Una condanna comporterebbe per Trump l’esclusione dalla scena politica e di conseguenza un’eventuale candidatura alle elezioni 2024. Servirebbe però la maggioranza di due terzi, quindi almeno 67 voti di cui 17 dai repubblicani, un risultato apparentemente difficile da raggiungere per il momento. Lo stesso Biden si mostra scettico: “Il Senato è cambiato da quando c’ero io, ma non è cambiato molto”.

Oggi è stata anche confermata la nomina alla guida del Tesoro americano di Janet Yellen, ex presidente della Federal Reserve. Sarà la prima donna nella storia americana a ricoprire l’incarico. Proprio la scorsa settimana la Yellen, in un discorso alla Commissione di Finanza del Senato, ha lanciato lo slogan ‘Act Big’ appellandosi alla necessità di varare un piano di stimoli economici ambizioso, per la ripresa del paese.