Vaccino, male la Lombardia solo 44% di dosi utilizzateFinite le scorte in Campania

In arrivo 500 mila dosi al Pirellone Molte regioni hanno terminato le dosi

Continua la campagna vaccinale italiana, non senza intoppi. Al terzultimo posto per percentuale di somministrazioni la regione più duramente colpita dalla pandemia, la Lombardia, con poco più del 44% di dosi utilizzate sul totale delle scorte. Male anche la Calabria con 10.940 vaccini somministrati, la percentuale sale al 42,7% del totale delle 25.630 dosi consegnate, ma è comunque al di sotto della media nazionale. Fanalino di coda rimane la provincia autonoma di Bolzano con il 34,8%.

La situazione in Lombardia lascia aperti molti interrogativi circa le capacità dell’esecutivo regionale nell’affrontare la sfida dei vaccini nella zona, che ancora oggi, è la più duramente colpita dal Covid-19. Il responsabile della campagna vaccinale anti-Covid in Lombardia, Giacomo Lucchini, e il direttore generale del Welfare, Marco Trivelli, interverranno mercoledì mattina in Consiglio regionale per presentare il piano vaccini e rispondere alle richieste dei consiglieri, a comunicarlo il presidente della stessa commissione, Emanuele Monti, consigliere regionale della Lega.

“In una settimana – chiarisce Monti – abbiamo recuperato il ritardo accumulato nei giorni scorsi a causa della mancata partenza prevista il 4 gennaio. A ieri, il totale è di 68.828 dosi somministrate (44,8% delle 153.720 ricevute da Roma) e siamo tra le prime regioni per numero di somministrazioni totali. Dobbiamo accelerare ulteriormente per terminare la prima fornitura ed essere i primi in Italia per dosi erogate”.

Secondo quanto riportato sul sito ufficiale di Regione Lombardia e dalla azienda Pfizer, entro il mese di gennaio arriveranno nella più popolosa regione italiana 492.570 dosi di vaccino. L’incontro di mercoledì, quindi sarà di cruciale importanza e verterà su come Regione Lombardia ha predisposto la macchina organizzativa e su quali criticità sta riscontrando. Procedono molto velocemente, invece, le somministrazioni in Umbria (8.917 su 9.835) e Campania, che ha terminato oggi le dosi in dotazione, dovendo stoppare momentaneamente le vaccinazioni per esaurimento scorte.

Niccolò Pescali

Diploma scientifico. Laurea in Sociologia. Mi approccio alla scrittura perché coi numeri ci azzecco poco. Inizio la gavetta dai fangosi campi da calcio delle serie minori bergamasche. Mi sono occupato anche di musica, cultura, politica e basket. Voglio scrivere di un mondo complesso a parole semplici, senza semplificare troppo. Critico. Ma anche leggero. Mi interessano gli esseri umani e (quasi) tutto ciò che fanno. Amo lo sport, per l’energia che emana.