Atalanta a stelle e strisce Bain Capital prende il 55%I Percassi restano in regia

L'investimento iniziale è di 400 milioni Stephen Pagliuca a capo della cordata

L’Atalanta sarà la settima squadra di proprietà americana della Serie A. Il club bergamasco ha ufficializzato “la sottoscrizione di un accordo di Partnership tra la famiglia Percassi e un gruppo di investitori capitanati dal businessman Stephen Pagliuca (l’uomo in foto copertina, ndr)” . Laureato a Duke e Harvard e già co-proprietario dei Boston Celtics, Pagliuca è  anche amministratore delegato di Bain Capital, uno dei più grandi fondi di investimento del mondo, con un patrimonio gestito di oltre 150 miliardi di dollari.

“L’Atalanta e i Boston Celtics condividono gli stessi valori sportivi: spirito di squadra ed un legame unico con le proprie tifoserie e comunità, – ha dichiarato il businessman – l’obiettivo sarà favorire una ulteriore diversificazione e crescita dei ricavi, permettendo al club di diventare sempre più competitivo su scala italiana e internazionale”.

Pagliuca e soci entrano in società acquisendo per una cifra superiore ai 400 milioni il 55% de “La Dea Srl”, la sub-holding della famiglia Percassi detentrice di circa l’86% del capitale sociale dei nero-blu. La famiglia Percassi tuttavia, rimane il principale singolo azionista della Dea, di cui Pagliuca diventerà co-proprietario. Antonio e Luca Percassi rimarranno rispettivamente presidente e amministratore delegato del club.

Niccolò Pescali

Diploma scientifico. Laurea in Sociologia. Mi approccio alla scrittura perché coi numeri ci azzecco poco. Inizio la gavetta dai fangosi campi da calcio delle serie minori bergamasche. Mi sono occupato anche di musica, cultura, politica e basket. Voglio scrivere di un mondo complesso a parole semplici, senza semplificare troppo. Critico. Ma anche leggero. Mi interessano gli esseri umani e (quasi) tutto ciò che fanno. Amo lo sport, per l’energia che emana.