Bolivia: la protesta dei coltivatori di coca

Foto Ansa

Una folla di alcune migliaia di persone è scesa in piazza a La Paz, capitale della Bolivia. Chiedevano giustizia per l’uccisione di due coltivatori di coca da parte della polizia. I manifestanti, principalmente produttori di foglie di coca, hanno esibito due finte bare e intonato cori contro le forze di polizia, al grido di “assassini!”. La morte dei due produttori è avvenuta la scorsa settimana durante un’operazione anti narcos della polizia, intervenuta per sradicare le piantagioni illegali di foglie di coca a La Asunta, nella regione degli Yungas. Le forze dell’ordine boliviane hanno replicato alle accuse sostenendo di esser state attaccate e dunque, costrette ad aprire il fuoco per difendersi. Nel corso della manifestazione, il capo dell’Associazione dei produttori Franklin Gutiérrez è stato arrestato. Il Ministro della Presidenza della Bolivia, Alfredo Rada, ha dichiarato ai media di essere disposto a dialogare con i coltivatori di coca osservando i limiti della legge e aggiungendo che le colture in eccesso non saranno tollerate.

Luisa Vittoria Amen

Nata a Genova nel 1991 si laurea in Lingue e Culture moderne all'Università LUMSA di Roma. Dal 2014 è fashion editor e content writer di Pinkitalia, canale donna di QN di cui cura i contenuti moda e beauty. Viaggiatrice instancabile, lettrice onnivora, cinefila appassionata.