Bombardamenti a GazaIsraele risponde con forzaRiunione ONU in corso

Netanyahu ha attaccato dopo un razzo lanciato da Hamas vicino a Tel Aviv

Oggi alle 14.30, ora italiana, si è riunito il Consiglio di Sicurezza dell’ONU su ciò che sta avvenendo nella Striscia di Gaza. Da ieri infatti vanno avanti i bombardamenti di Israele contro obiettivi di Hamas. Negli attacchi, che hanno colpito anche l’ufficio del leader politico di Hamas e la sede dell’intelligence militare del gruppo, sono state ferite almeno sette persone.

“I razzi sparati da Gaza nell’area di Tel Aviv, in Israele, sono un’escalation molto seria e una provocazione”. Lo ha detto Nickolay Mladenov, coordinatore speciale dell’Onu per il processo di pace in Medio Oriente, durante la riunione del Consiglio di Sicurezza. “Stiamo attraversando un’escalation molto preoccupante a Gaza, gli ultimi giorni hanno portato sull’orlo della guerra ancora una volta”, ha precisato, sottolineando che “un nuovo conflitto avrebbe conseguenze devastanti per la gente di Gaza e ripercussioni regionali”.

I bombardamenti sono iniziati in risposta al lancio di un razzo che lunedì mattina aveva colpito una comunità israeliana circa 20 chilometri a nord di Tel Aviv, provocando il ferimento di sette persone. Il primo ministro israeliano Netanyahu si trova negli Stati Uniti per una visita ufficiale: da lì ieri ha detto che Israele avrebbe “risposto con forza”. E così è stato.

Durante tutta la notte tra lunedì e martedì sono proseguiti i bombardamenti israeliani e palestinesi. L’esercito israeliano ha detto di avere lanciato 15 missili nel nord della Striscia. Il lancio di razzi è andato avanti anche da parte di Hamas.

Lunedì sera l’agenzia di news turca Anadolu aveva parlato di una tregua tra Hamas e Israele, citando fonti di Hamas. Finora però la notizia non è stata confermata da Israele e i bombardamenti non si sono interrotti. L’esercito israeliano ha detto che si sta preparando per una escalation nei bombardamenti, se lo ritenesse necessario.

In Israele, inoltre, si voterà il 9 aprile per il rinnovo del parlamento e Netanyahu è secondo nei sondaggi dietro a Benny Gantz, ex capo dell’esercito israeliano.

Laura Bonaiuti

Laura Bonaiuti è nata a Fiesole (Fi) nel 1992. La sua passione è il giornalismo in qualsiasi sua forma. Vuole raccontare storie su carta, online, in televisione, su youtube e potenzialmente dappertutto. Ha scritto, tra gli altri, per La Repubblica (cartaceo e online) e ha collaborato con il programma televisivo Matrix su Canale 5 a Roma, dove si è trasferita da agosto 2017. Fa parte della redazione del mensile cartaceo “The New’s Room”. Adesso è giornalista praticante presso LUMSA Master School dove studia nel biennio 2018-2020. Nel maggio 2015 ha pubblicato il romanzo “Se nessuno sa dove sei” con Edizioni Piemme e "Non c'è posto per me" nel gennaio 2020 con Giunti.