Champions, oggi la Juveimpegnata con il Maccabi Allegri costretto a vincere

Il Milan affronta in casa il Chelsea Pioli vuole vendicare il 3-0 dell'andata

Il destino della Juventus in Champions League si decide oggi. I bianconeri, impegnati alle 18.45 contro il Maccabi Haifa, sono costretti a vincere per alimentare le speranze di passaggio del turno. Non sarà facile, vista anche la pessima condizione di forma della squadra di Allegri, reduce dal 2-0 esterno contro il Milan.

I malumori in casa bianconera sono evidenti e, negli ultimi giorni, la panchina del tecnico livornese non sembra più così stabile. Allegri spera di riprendersi la sua Juve e di conquistare un successo che rilancerebbe le ambizioni europee dei bianconeri. Con una vittoria, infatti, la Juventus rimanderebbe il verdetto finale alla trasferta di Lisbona contro il Benfica. Un eventuale doppio successo contro Maccabi e Benfica proietterebbe la Vecchia Signora verso gli ottavi di finale, obiettivo che attualmente appare molto lontano.

Per il match di oggi Allegri potrebbe optare per il tridente formato da Kostic, Vlahovic e Di Maria. L’argentino, vero e proprio mattatore dell’andata con 3 assist a referto, spera di replicare la brillante prova di Torino. A centrocampo possibile ritorno dal primo minuto per Paredes, che era partito dalla panchina nel match di San Siro contro il Milan.

Proprio i rossoneri saranno l’altra squadra italiana impegnata oggi in Champions. La formazione di Stefano Pioli riceverà il Chelsea con la speranza di vendicare la brutta sconfitta del match di andata. Allo Stamford Bridge gli inglesi si sono imposti con un netto 3-0 dando la sensazione di avere il controllo per tutti i 90 minuti. Il tecnico rossonero si affiderà nuovamente a Giroud e Leao, con Brahim Diaz che agirà sulla trequarti al posto dell’infortunato De Ketelaere. Il Milan, che attualmente occupa il terzo posto del girone, con una vittoria farebbe un importante passo verso il turno successivo.

Paolo Consolini

Mi chiamo Paolo Consolini e sono nato il 1 marzo 1998 a Roma. Sono laureato in Scienze della Comunicazione presso l’Università LUMSA. Seguo con passione lo sport, in particolare il calcio estero.