Coronavirus, 636 decessi la Cina rassicura gli Usachiusi i voli per l'Italia

Xi a Trump: "Possiamo superare la crisi" c'è il primo caso in Corea del Nord

Dopo settimane di crisi sanitaria in Cina, la situazione non accenna a migliorare. Il numero dei decessi continua a salire e, a oggi, i morti di 2019-nCoV sono 636. L’epidemia non sta avendo solo risvolti sociali, ma anche politici. Il presidente cinese Xi Jinping ha chiamato nella mattinata di oggi il suo omologo americano Donald Trump su richiesta del tycoon. Oggetto della telefonata è stata l’emergenza del coronavirus di Wuhan.

La tv statale Cctv ha riferito che Xi ha ribadito che la Cina ha “la piena fiducia e la capacità per poter superare l’epidemia del coronavirus” e che il trend positivo dell’economia sul lungo termine “resta invariato”.

Ma i contagi aumentano anche fuori dai confini cinesi. Secondo il quotidiano sudcoreano JoongAng Ilbo, citando una fonte anonima del Nord, una donna nordcoreana avrebbe accusato i sintomi del coronavirus al rientro da un viaggio in Cina. Sarebbe il primo caso al di là del 38° parallelo, ma i media nordcoreani non hanno confermato.

Serena Console

Laureata in lingua e cultura orientale (cinese e giapponese) e in Professioni dell'editoria e giornalismo, ha conseguito il tesserino da Pubblicista nel 2017. Attualmente collabora con Radio Bullets, dove si occupa di approfondimenti sulla cultura e società cinese; nel weekend cura il Notiziario Orientale con tutte le notizie dall'Estremo Oriente.