Covid: Onu chiede aiuti umanitari per 29 miliardi Bisognosi in aumento

I fondi saranno destinati a 160 milioni di persone in 56 paesi del mondo

L’Onu ha chiesto aiuti umanitari per 35 miliardi di dollari, ovvero 29 miliardi di euro. L’appello umanitario, lanciato oggi, registra un record e riguarda l’anno 2021. A causa della pandemia le persone bisognose di aiuti umanitari sono infatti aumentate ingentemente fino a registrare un nuovo record: 235 milioni, un aumento del 40% in un anno, secondo i piani di risposta umanitaria coordinati dall’Onu.

I fondi richiesti dalle Nazioni Unite e dai loro partner mirano ad aiutare 160 milioni di persone dei 235 totali, ovvero quelle più vulnerabili, che affrontano la fame, i conflitti, gli sfollamenti e le conseguenze del cambiamento climatico e della pandemia. Saranno 56 i paesi destinatari delle misure.

Mark Lowcock, responsabile per gli Affari umanitari dell’Onu, ha dichiarato in conferenza stampa a Ginevra: “Quest’anno, l’aumento è quasi interamente dovuto al Covid-19″, che ha ucciso almeno 1,46 milioni di persone in quasi un anno”. Ha poi aggiunto: “Il quadro che presentiamo è il più cupo in termini di future esigenze umanitarie”.

In corso, sempre a Givevra, la mediazione dell’Onu tra governo e opposizione sulla costituzione siriana, dove circa metà dei 45 delegati totali non partecipa fisicamente alle riunioni proprio a causa delle restrizioni anti-covid. Il dibattito dovrà continuare fino a venerdì prossimo.

Enrico Scoccimarro

Laureato in Scienze sociali a Torino con una tesi sulla violenza di genere, frequento il master in giornalismo LUMSA dal 2020. Amo osservare le realtà che mi circondano e capirne il significato. Ho trattato nei miei articoli questioni di genere, antisessismo in generale e sport. Le mie passioni più grandi sono la cultura greca, il calcio e la cucina.