F1, Hamilton positivo salterà il prossimo GpStessa sorte per Grosjean

Lewis è alle prese con sintomi lievi Fittipaldi guiderà la Haas di Romain

Lewis Hamilton e Romain Grosjean non correranno il Gran Premio di Sakhir di domenica prossima.

È di oggi la notizia della positività al Coronavirus del sette volte campione del mondo. Nel comunicato la scuderia ha fatto sapere che Hamilton è stato sottoposto tre volte al test la scorsa settimana, prima del GP del Bahrein. In tutti e tre i casi è risultato negativo. Stesso esito al tampone effettuato domenica, giorno della gara. Ieri mattina è stato sottoposto a un nuovo test. Il campione del mondo, infatti, aveva avvertito alcuni sintomi sospetti, confermati immediatamente dall’esito del tampone.

Il pilota ha sintomi lievi ed è già isolato a casa. La Mercedes non ha ancora fatto sapere il nome del pilota che lo sostituirà in gara per questa domenica, penultima prova del mondiale 2020.

Dopo il terribile incidente avvenuto poco dopo il via del Gp del Bahrain, il pilota francese della Haas è alle prese con il recupero. Finora era in osservazione per le ustioni alle mani, ma già nella giornata di oggi potrebbe essere dimesso dall’ospedale.

In un video postato sull’account Twitter del team rassicura i fan, oltre a dire che «senza Halo non sarei qui a parlarvi». Cambia idea dunque. Infatti era stato uno dei piloti contrari all’introduzione del nuovo sistema di sicurezza sulle monoposto.

A sostituire Grosjean sarà Pietro Fittipaldi, nipote del due volte campione Emerson. Come terzo pilota ha seguito l’intera stagione della Haas dai box, oltre ad essere già in possesso della “superlicenza”, requisito fondamentale per gareggiare, avendo vinto la Formula Renault nel 2014.

«Certo non è ideale debuttare così», riferendosi a una “prima” che arriva con un pilota in ospedale. Il brasiliano si dice pronto e ottimista, anche se ha guidato le vetture del 2018 e del 2019, mentre non è mai salito a bordo dell’ultima vettura del team statunitense.

Andrea Noci

Sono nato il 5 ottobre 1998 a Firenze. Laureato in Lettere moderne, con una tesi in Grammatica italiana. Amo la lingua italiana e utilizzarla in tutte le sue forme per scrivere.