HomeEsteri Donne scioperano in Islanda contro la crescita del gap salariale e per uguaglianza

Islanda, donne in sciopero
contro la crescita
del gap salariale

Partecipa alla mobilitazione

anche la premier Jakobsdóttir

di Donatella Rosetti24 Ottobre 2023
24 Ottobre 2023

REYKJAVIK – Oggi le donne scioperano in Islanda per la parità di genere e l’azzeramento del divario retributivo. A loro si è unita la premier, Katrin Jakobsdottir, insieme alle ministre della Giustizia e della Cultura.

Il motivo è il mancato raggiungimento degli obiettivi di piena uguaglianza di genere, dato che la differenza di salario tra uomini e donne è in aumento nell’intero Paese. Questa tendenza è stata definita “inaccettabile nel 2023” da Jakobsdottir in una nazione che già detiene il primato nel mondo per l’uguaglianza di genere per aver ridotto il gap salariale del 90% negli ultimi tre anni, stando ai dati ufficiali 2022.

Si tratta del settimo sciopero delle donne, chiamato “kvennaverkfall”, dal 1975, proclamato dall’Onu “Anno delle donne”. Partecipò il 90% della popolazione femminile e l’Islanda rimase bloccata. Subito dopo, nel 1980 fu eletta la prima presidente donna islandese, Vigdis Finnbogadottir, rimasta in carica fino al 1996.

Ti potrebbe interessare

Master in giornalismo LUMSA
logo ansa
Carlo Chianura
Direttore delle testate e dei laboratori
Fabio Zavattaro
Direttore scientifico
@Designed & Developed by Bedig