HomeSport Europei di nuoto a Glasgow. Pilato e Carraro dominano: oro e argento nei 50 rana

Europei di nuoto a Glasgow
Pilato e Carraro dominano
Oro e argento nei 50 rana

La tarantina è nuovo record mondiale

L'Italia conquista anche quattro bronzi

di Chiara Viti05 Dicembre 2019
05 Dicembre 2019

Continua la scalata di Benedetta Pilato all’Olimpo del nuoto. La quattordicenne di Taranto aggiunge un altro successo al suo palmarès, conquistando la medaglia d’oro nei 50 rana ai campionati europei di Glasgow. Nata nel capoluogo pugliese il 18 gennaio 2005, Benedetta entra in acqua per la prima volta a due anni e a quattro disputa la prima gara.

Nella vasca scozzese la Pilato ha vinto la sua gara nuotando per poco più di 29 secondi, limando il suo stesso primato – raggiunto a Genova solo un mese prima, durante il trofeo Nico Sapio – segnando così il nuovo record italiano e anche il nuovo record mondiale juniores in 29”32: “Sono felicissima. La mia prima medaglia d’oro, è stupenda – ha raccontato la campionessa azzurra – C’erano tante aspettative e questo un po’ ha pesato psicologicamente. Ora cercherò di divertirmi di più”. Prodigio nello sport e studentessa modello iscritta al liceo scientifico sa che le Olimpiadi sono un traguardo lontano: nei 100 metri in vasca lunga Benedetta non ha ancora la stessa confidenza, ma i cinque cerchi restano comunque (per il momento) un bel sogno.

Glasgow è palcoscenico di un altro traguardo italiano, la medaglia d’argento di Martina Carraro che, proprio come Benedetta, era anche lei molto piccola quando ha iniziato a gareggiare fra i grandi: a soli sedici anni partecipò infatti ai Mondiali del 2009. Benedetta ha chiuso in 29″60 vincendo la medaglia d’argento, davanti all’irlandese Mona McSharry, bronzo in 29″87. Dopo il bronzo mondiale dello scorso anno, ecco arriva la mia prima medaglia europea in vasca corta: “È bello essere fra le migliori, è una sensazione stupenda. Ce la giochiamo fra noi due (riferendosi a Benedetta Pilato, nrd) entrambe italiane e credo che non sia mai successo”.

L’Italia, nella giornata inaugurale degli Europei, centra subito 6 medaglie: un oro, un argento e 4 bronzi. I bronzi arrivano nei 400 misti donne con Ilaria Cusinato, nei 400 stile libero con Gabriele Detti, nei 50 rana con Fabio Scozzoli e nella 4×50 stile libero con la staffetta maschile. E così il nuoto azzurro, che a fine anno dirà addio a Federica Pellegrini, si consola con i campioncini di (oggi e) domani.

Ti potrebbe interessare

Master in giornalismo LUMSA
logo ansa
Carlo Chianura
Direttore delle testate e dei laboratori
Fabio Zavattaro
Direttore scientifico
@Designed & Developed by Bedig