Un disinfestatore fumiga un'aula scolastica per prevenire la diffusione della dengue / Foto Ansa

Febbre dengue in BrasileQuasi 2 milioni di casiVerso record assoluto

Sono 561 le vittime nel 2024 Dieci stati brasiliani in emergenza

RIO DE JANEIRO – Sono quasi due milioni i casi registrati di febbre dengue in Brasile, una cifra record in 24 anni. Secondo il Ministero della Salute del Brasile, sono quasi 1 milione 900 mila i casi probabili di febbre dengue. Intanto, i decessi in tutto il 2024 sono 561. Ben 10 dei 26 stati brasiliani hanno già dichiarato lo stato di emergenza. La situazione preoccupa soprattutto a San Paolo. 

La patologia, secondo quanto riporta l’Istituto Superiore di Sanità, è “di origine virale, causata da quattro virus molto simili, trasmessi agli esseri umani dalle punture di zanzare”. A differenza di altri virus, “non si ha il contagio diretto tra esseri umani, anche se l’uomo è il principale ospite del virus”. 

Per quanto riguarda i sintomi, sempre secondo l’Iss, “la malattia dà luogo a febbre nell’arco di 5-6 giorni dalla puntura, con temperature anche molto elevate. La febbre è accompagnata da mal di testa acuti, forti dolori muscolari e alle articolazioni, nausea e vomito”. Disponibili anche diversi vaccini di prevenzione. Non esistono, però, trattamenti specifici per la dengue.

Alberto Alessi

Sono nato 2751 anni dopo Roma, appassionato di giornalismo politico ed estero, nonché di giornalismo d'inchiesta investigativo. Aspiro a scrivere ma tenendo un occhio al mondo radiofonico e tele-giornalistico. Sogno vagamente di trovare una nuova dimensione per l'infotainment contemporaneo.