Feyenoord-Roma, è allerta per la partita di ritorno

barcaccia-romaNeanche il tempo di contare i danni che già bisogna allestire un nuovo piano sicurezza. Dopo le devastazioni compiute la scorsa settimana dai tifosi olandesi nel centro storico della Capitale, soprattutto a piazza di Spagna, quella che dallo stesso club olandese è stata definita “la vergogna di Roma”, l’allerta è massima per il ritorno di Europa League tra Feyenoord e Roma.
Si temono nuovi disordini e così per il match di giovedì prossimo a Rotterdam la polizia olandese sarà affiancata dalle autorità italiane per controllare  i 2.400 tifosi giallorossi attesi allo stadio “De Kuip” ma soprattutto per evitare che i 50 romanisti fermati nella capitale dalla polizia durante il tentativo di vendicarsi per lo sfregio ad opera degli ultrà avversari possa trasformare l’assalto fallito in una voglia di rivalsa. A preoccupare sono i tifosi che andranno a Rotterdam senza biglietto.
La città olandese si sta comunque preparando ad accogliere i supporter giallorossi. Secondo quanto è stato diffuso dalle autorità locali giovedì ci sarà un solo treno diretto dalla Stazione Centrale di Amsterdam al Feyenoord Stadium di Rotterdam. Sarà anche allestita una fan zone presso il Vecchio Porto di Rotterdam, vicino al quartiere Blaak, da dove partiranno alcuni pullman in direzione dello stadio. Niente alcol e per chi trasgredisce il rischio è una multa o addirittura l’arresto.
Intanto è partita una gara di solidarietà per rimediare ai danni procurati dalle orde olandesi a piazza di Spagna. Cinque studenti di Rotterdam si sono fatti promotori di “Wij zijn romene” ovvero “Anche noi siamo romani”, un’iniziativa nata per raccogliere i fondi necessari a restaurare la Barcaccia. Con lo stesso obiettivo si fa sempre più concreta l’ipotesi di organizzare un’amichevole tra Italia e Olanda. Un’idea sposata sia dal sindaco di Rotterdam, Ahmed Aboutaleb sia da Ignazio Marino che ieri pomeriggio, in una telefonata, si sono dati una stretta di mano simbolica, sottolineando il profondo legame che da sempre lega i due Paesi e le due città.

Maria Lucia Panucci

Maria Lucia Panucci

Nata a Roma il 28 dicembre 1986, ha conseguito con 110 e lode prima la laurea triennale in “Scienze Umanistiche” e poi quella magistrale in “Produzione culturale”, entrambe presso l’università Lumsa di Roma. Ha collaborato con il giornale online “Opinioni e Confronti”, occupandosi di attualità e ha curato la rubrica di cinema per la rivista “I Fatti”. Da maggio 2013 è giornalista pubblicista. Ha svolto uno stage di tre mesi presso la rete televisiva laziale “Retesole”.