Patrick Zaki, si muove l'Ueinterviene David Sassoli"L'Egitto lo liberi subito"

L'appello del presidente del parlamento lo studente in carcere da una settimana

L’Unione Europea si schiera a sostegno di Patrick George Zaki, lo studente egiziano di 27 anni iscritto all’ateneo di Bologna e in carcere dalla settimana scorsa in Egitto per motivi politici.

Questa mattina a Strasburgo il presidente del Parlamento Europeo David Sassoli ha sollecitato i colleghi a impegnarsi nella vicenda e ha chiesto l’immediato rilascio del giovane ricercatore. Secondo più fonti, Zaki in carcere ha subito ripetute torture e potrebbe rischiare l’ergastolo. Inevitabile il pensiero al triste precedente di Giulio Regeni.

Nel suo intervento Sassoli ha lanciato un appello alle autorità egiziane: “L’Ue chiede rispetto dei diritti umani e civili” e, a nome dell’Unione, ha chiesto che Zaki “venga immediatamente rilasciato e restituito ai suoi cari”.

Il presidente del Parlamento Europeo ha anche affermato di aver già discusso la questione con l’Alto rappresentante Ue Josep Barrel e che il caso sarà oggetto di discussione al prossimo Consiglio europeo, previsto per lunedì prossimo.

(Foto tratta da Instagram).

Giulio Seminara

Nato a Catania il 6 dicembre del 1991. Diplomato al liceo classico e laureato in Lettere Moderne con una tesi su Pier Vittorio Tondelli. Ha lavorato a LA7 come programmista e scritto per diversi quotidiani. Appassionato di cinema, politica e calcio. Gioca a ping pong, ascolta i cantautori e i Placebo.