Higuain vicino al Chelsea Sarri lo desidera a Londra "Per me come un figlio"

Il Pipita: "È il migliore allenatore" Il suo arrivo sbloccherà Alvaro Morata

Higuain ha detto sì al Chelsea. A rivelarlo è il quotidiano spagnolo Marca: l’attaccante avrebbe deciso di lasciare Milano per tornare dal suo ex tecnico Maurizio Sarri. Con lui il Pipita, durante l’ultimo anno insieme, collezionò 36 gol: “È il migliore allenatore che ho avuto, mi ha fatto esprimere al meglio”, aveva detto l’attaccante parlando del tecnico del Chelsea. “Higuain? Come un figlio che mi ha fatto incazzare”, dichiarava Sarri commentando la sua partenza dell’estate 2016, direzione Juventus.

Ma il Milan, per ora, non molla la presa sull’attaccante argentino: “Sta qua e pedali, uno deve anche continuare a prendersi le proprie responsabilità”. Così il direttore tecnico Leonardo ha commentato i rumors che vedono Higuain lontano da Milano. Ma sullo sfondo qualcosa già si muove: l’arrivo eventuale del Pipita a Londra sbloccherebbe Morata, ambito dal club rossonero, attaccante ex Juventus che in Italia tornerebbe volentieri. Non solo lui: Piatek, punta del Genoa e secondo solo dopo Cristiano Ronaldo nella classifica marcatori della Serie A, è tra i desiderata di Gattuso.

Tutto fatto invece per Paqueta, trequartista in arrivo dal Flamengo. Carrasco, invece, sempre più in forse. Chalanoglu ha un accordo con il Lipsia, ma il tecnico non vuol privarsene. Sull’altra sponda della città, l’Inter vuole Andersen, il centrale danese della Sampdoria: i doriani vorrebbero invece riportare in Italia Gabbiadini, ora al Southampton dopo due stagioni al Napoli. De Laurentis non ce l’ha fatta per Pavard: il difensore francese dello Stoccarda ha firmato per il Bayern Monaco. L’Inter vorrebbe rafforzare il proprio reparto difensivo: i nomi che piacciono a Spalletti sono Biraghi, Darmian ed Emerson Palmieri. La Roma pensa all’ucraino Malinovsyi del Genk e segue Bennacer dell’Empoli.

Giorgio Saracino

Giorgio Saracino, classe 1994, laureato in Lettere. Giornalista pubblicista, ha collaborato con varie testate. Ha frequentato la scuola di Giornalismo della Fondazione Basso di Roma. Quattro stage in redazione: Sky Sport 24, Radio Vaticana, Left e Report (Rai Tre). Stagista professionista.