Huawei fa causa all'AmericaSecondo il colosso cinesela legge Usa è illegittima

Guo Ping: "Unica mossa possibile" L'America teme lo spionaggio cinese

Huawei ha fatto causa agli Stati Uniti. Il leader mondiale dei network per telefonia contesta l’incostituzionalità della nuova legge americana sulla sicurezza che vieta alle agenzie governative l’acquisto di prodotti del marchio cinese.

La mossa di Huawei cade in un momento delicatissimo nei rapporti tra Usa e Cina. L’accordo sui dazi e sulle politiche commerciali potrebbe essere firmato da Donald Trump e Xi Jinping il 27 marzo in un summit nella residenza del presidente americano in Florida.

Oggi, in una conferenza stampa, il presidente Guo Ping ha affermato: “Siamo costretti a promuovere questa azione legale come l’ultima mossa possibile. Questo divieto non è solo illegale, ma limita pure Huawei dall’avere una competizione equa, colpendo essenzialmente i consumatori Usa”. Secondo Ping, il bando si baserebbe “su azioni false, non provate e non verificate”.

L’amministrazione Trump, da parte sua, non ha nascosto di temere che Huawei usi le sue tecnologie per un’azione di spionaggio da parte del governo cinese. Il colosso asiatico è stato, inoltre, accusato dal Dipartimento di giustizia americano di aver rubato segreti commerciali e di aver aggirato le sanzioni Usa all’Iran, continuando a fare affari con Teheran.

Intanto la Corte suprema della British Columbia a Vancouver, in Canada, ha fissato la prima udienza in cui si dovrà discutere sulla estradizione negli Stati Uniti di Meng Wanzhou, responsabile finanziaria di Huawei. La donna è attualmente agli arresti domiciliari dopo l’arresto avvenuto il a dicembre l’accusa di frode. Pechino, da parte sua, ha sempre respinto le accuse parlando di “persecuzione politica”.

Camilla Canale

Cresciuta tra Roma e Milano ma adottata dal Kenya. Ha studiato Filosofia e Scienze Politiche e si è appassionata ad entrambe. Ricercatrice, surfista, videomaker e umorista di professione. La sua ambizione è di rendere la cultura accessibile universalmente. L’informazione e la verità sono i suoi strumenti.