Un virus spaventa l'Asiaallerta simile alla Sars140 casi, uno in Corea

Il misterioso morbo è partito dalla Cina a rischio le celebrazioni del Capodanno

Sono oramai 140 i casi di contagio del misterioso virus comparso a Wuhan, nella Cina centrale e “simile” alla Sars, anche se non è chiaro ancora quale sia il ceppo del morbo. Soltanto nell’ultimo weekend ci sono stati 136 ammalati.

Nel paese e in tutta l’Asia monta la paura, a pochi giorni dai tradizionali festeggiamenti del capodanno cinese. Due casi sono stati registrati a Pechino, uno nella provincia meridionale di Guangdong e uno in Corea del Sud. Quest’ultimo è quello di una donna cinese di 35 anni, proveniente da Wuhan, come confermano le autorità sudcoreane.

La donna era andata in ospedale a Wuhan sabato con i sintomi del raffreddore e le erano stati prescritti medicinali prima di imbarcarsi su un volo per Seul. Al suo arrivo in Corea del Sud è stata messa in quarantena. Le sue condizioni ora sono stabili ed è tenuta in isolamento in una struttura sanitaria.

Giacomo Andreoli

Nato a Roma il 16/08/1995. Laureato triennale in Filosofia all'Università degli Studi Roma Tre, ha collaborato con il magazine "Wild Italy" ed il quotidiano del litorale romano "Il Corriere della Città". Si è occupato principalmente di cronaca e politica locale (Anzio, Aprilia, Latina, Pomezia, Roma) e nazionale-europea (con focus ed approfondimenti).