Interpol Yang presidentel'elezione del sudcoreanocontro il favorito russo

Bocciata la candidatura di Prokopchuck Su di lui il veto di Usa e Regno Unito

L’Interpol ha eletto in Assemblea Generale il suo nuovo presidente. Sale così al vertice dell’organizzazione internazionale della polizia criminale il sud coreano Kim Jong-Yang. All’elezione hanno partecipato centinaia di delegati provenienti da 195 paesi nel mondo. Kim succede a Meng Hongwei, precedente presidente dell’Interpol.

Dalla votazione è emersa la bocciatura del candidato russo Aleksandar Prokopchuk, considerato molto vicino al presidente Vladimir Putin. Gli Stati Uniti e la Gran Bretagna hanno infatti posto un veto alla candidatura di Prokopchuck  conducendo una sorta di ostruzionismo durante la votazione, nonostante questi fosse considerato favorito alla vigilia.

Secondo i critici, una sua elezione avrebbe potuto portare ad abusi contro avversari politici del governo russo. La possibilità della sua elezione aveva creato allarme tra Usa e Regno Unito, dubbiosi riguardo al regime che si sarebbe potuto instaurare nell’Organizzazione.

Tommaso Franchi

Tommaso Franchi, nato a Roma il 30/07/1994. Diplomato al liceo classico Virgilio nel 2013. Dottore in Giurisprudenza con laurea conseguita presso l’Università degli studi Roma Tre nel 2018. Collaborazioni con la testata giornalistica Roma Daily News. Dal 2018 iscritto al Master in Giornalismo LUMSA.