Si svela il Giro d'Italiatoccherà anche San Marinoe l'arrivo sarà una crono

Aru e Nibali cercheranno il riscatto il gran finale all'Arena di Verona

L’appuntamento per la presentazione della 102esima edizione del Giro d’Italia è fissato per oggi, alle 16.45 presso gli studi Rai di Via Mecenate a Milano, dove verranno svelate le ventuno tappe della corsa rosa.

Già annunciata la partenza di sabato 11 maggio a Bologna, con la gara a cronometro individuale di 8,2 chilometri con arrivo in cima a San Luca, che attribuirà la prima maglia rosa. La corsa dovrebbe poi passare da Toscana e Abruzzo per poi dirigersi verso nord. Non mancheranno i grandi tapponi di montagna, con una probabile riproposizione della mitica Cuneo-Pinerolo oltre ad alcune frazioni in cui si dovranno scalare Gavia e Mortirolo. L’ultima tappa sarà un’altra prova contro il tempo dal magnifico scenario, l’Arena di Verona, dove i corridori arriveranno domenica 2 giugno.

Peculiarità di questa edizione sarà che il percorso si snoderà quasi interamente entro i confini nazionali: l’unico sconfinamento è previsto durante la nona tappa che dovrebbe passare dalla Repubblica di San Marino. Altra novità della prossima edizione sarà l’assenza della passerella finale. L’ultima frazione dovrebbe consistere in una crono individuale di 15 km che si concluderà con arrivo presso l’Arena di Verona.

Al via ci saranno anche Fabio  Aru e Vincenzo Nibali. I due ciclisti italiani che hanno infiammato i tifosi negli ultimi anni hanno confermato la loro partecipazione. Le due punte della Nazionale, prima compagni, adesso rivali, ma pur sempre amici, sono in cerca di riscatto dopo un 2017 non del tutto convincente e fortunato.

Significativi gli ospiti che presenzieranno l’evento di questo pomeriggio: Chris Froome, campione in carica, ed Elia Viviani, vincitore della maglia ciclamino dell’ultima edizione. La presentazione del Giro d’Italia 2019 verrà trasmessa in diretta tv su Rai 2 dalle ore 16.45 e in diretta streaming su Rai Play.

Giuseppe Galletta

Nato a Messina il 2 Giugno 1988. Dopo la maturità scientifica conclude gli studi presso l’Università di Messina conseguendo la laurea in Giurisprudenza arricchita dalla frequentazione della Scuola di Specializzazione per le professioni legali. Nel 2018 entra a far parte del Master di Giornalismo presso l’Università Lumsa di Roma.