epaselect epa07418684 South Korean people watch a television broadcast at Seoul Station in Seoul, South Korea, 07 March 2019. South Korea's spy agency said on 05 March, during a briefing to the National Assembly, it detected signs of the North restoring part of the Sohae satellite launch facility near its border with China, also known as the Dongchang-ri missile base. EPA/JEON HEON-KYUN

La Corea avverte Trump"Basta con le provocazioni"E intanto testa nuove armi

Si riaccende la tensione tra i due Paesi Il tycoon: "Kim rispetti gli accordi"

Botta e risposta a distanza tra Stati Uniti e Corea del Nord. Da Pyongyang arriva l’avvertimento: Kim Jong-un potrebbe cambiare opinione se il Presidente Usa Donald Trump continuerà a fare commenti provocatori. Il riferimento è al tweet di ieri dell’inquilino della Casa Bianca: tramite il suo profilo Trump infatti aveva scritto che Kim, secondo lui, ha fin troppo da perdere se dovesse agire in modo ostile. “Con me ha firmato un importante accordo sulla denuclearizzazione, non dovrebbe volersi privare dell’interlocuzione privilegiata che ha con il Presidente degli Stati Uniti…” uno dei cinguettii del tycoon americano.

Le reazioni di Trump arrivano dopo che l’agenzia centrale nordcoreana Kcna aveva dato notizia che il Paese aveva effettuato un test non specificato, ma presumibilmente su un lancio di un missile e i cui risultati sarebbero stati molto importanti.

Secca la replica del regime nordcoreano: secondo un dispaccio dell’agenzia Kcna Kim Yong-chol, ex capo negoziatore sul nucleare, ha detto che “ci sono tante cose che lui (Trump, ndr) non conosce sulla Corea del Nord. Non abbiamo niente da perdere”.

Diana Sarti

Nata a Roma nel 1995, si è laureata in scienze politiche alla Luiss. Scrive soprattutto per il web, con particolare attenzione agli esteri. Appassionata di teatro e Giochi olimpici, ha scritto spesso di nuoto e atletica leggera. Viaggiatrice da sempre e poliglotta, parla cinque lingue.