Isis, foreign fighter
individuato in Iraq
Indaga Procura di Milano

Era partito dalla Lombardia per arruolarsi
Ora è indagato per terrorismo internazionale

Ahmed Taskour. È il nome del terrorista individuato questa mattina in Iraq grazie alle indagini della Procura di Milano. Dalle prime notizie sembrava essere stato catturato, ma non è così. Taskour, indagato per terrorismo internazionale, è ancora latitante.  Si tratta di un foreign fighter che nel 2014 era partito dalla Lombardia e si era trasferito in Iraq per combattere a fianco delle milizie dell’Isis. Aveva portato con sé anche con la moglie e i due figli, di 10 e 15 anni. L’uomo era diventato celebre nel mondo islamico per un video insieme al figlio più piccolo. Nel clip, pubblicato su youtube a seguito degli attentati di Parigi, i due minacciavano di morte l’Occidente.

L’uomo è stato identificato grazie alla collaborazione tra il Pm Enrico Pavone e il dipartimento antiterrorismo della Procura milanese guidato da Alberto Nobili. Su di lui pende un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per legami con lo Stato islamico.  Il provvedimento giurisdizionale potrà essere eseguito nel momento in cui il sospettato verrà fermato. Se al momento del fermo si troverà ancora all’estero scatterà la procedura di estradizione. È in corso un conferenza stampa in Procura a Milano.

Luisa Urbani

Nasce a San Benedetto del Tronto il 21 agosto del 1990. Conseguita la maturità scientifica si laurea in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Macerata elaborando una tesi in diritto internazionale. Negli anni della laurea collabora con testate giornalistiche on line e come portavoce di personaggi politici locali.