Mostra del cinema di Veneziaal via la sesta giornataEcco i film in concorso

Due documentari fuori concorso su Ezio Bosso e la strage del Circeo

Si apre oggi, 6 settembre, la sesta giornata della 78esima mostra del cinema di Venezia. Superata la domenica con tantissime star a fare da padrone del red carpet, dall’attore turco Can Yaman all’attrice e cantante italiana Serena Rossi, dal tiktoker torinese Khaby Lame all’attrice statunitense Kate Hudson, a partire da questa sera sono attesi diversi film in concorso. Saranno presentati “L’evénement” di Audrey Diwan, “La caja” di Lorenzo Vigas e diversi film italiani  passando da “Inchei” di Federico Demattè a “Mother Lode” di Matteo Tortone. Inoltre alle 16, per le Giornate degli Autori, verrà proiettato il film arabo “Al Garib” di Ameer Fakher Eldin e, poco più di un’ora dopo, alle 17:15, l’italiana Beatrice Baldacci presenterà la sua pellicola “La Tana”.

Nella serata, in riva al Lido, saranno presentati in anteprima anche due racconti fuori concorso: per quanto riguarda il primo, si tratta di un documentario che ripercorre la vita del pianista, direttore d’orchestra e compositore italiano Ezio Bosso, diretto da Giorgio Verdelli e dal titolo “Le cose che restano”; il secondo ricorda invece una delle più famose e cruente pagine della cronaca nera italiana, ovvero il massacro del Circeo, con il racconto di Stefano Mordini in “La scuola cattolica”. Infine, dopo circa un decennio di stop, mercoledì sarà presentato il Premio Internazionale Roberto Rossellini, diretto da Roberto Petrocchi, alla presenza di Renzo Rossellini e del preside della Scuola nazionale di cinema, Adriano De Santis.

La mostra, una delle più seguite degli ultimi anni, chiuderà i battenti sabato 11 settembre. Nella 78esima edizione sono stati presentati da registi noti e non, ventuno film in Concorso, diciannove Fuori concorso (tra cui dieci documentari), tre nella sezione Proiezioni speciali, diciannove in Orizzonti, otto in Orizzonti extra e, per concludere, sei nella sezione Biennale college – cinema.

Antonio Contu

Nasco a Cagliari il 19/09/1996. Ho conseguito la maturità classica nella mia città e successivamente ho preso un volo di sola andata verso Roma per la laurea triennale. Curioso fin da bambino, le mie prime parole sono state "che cos'è?", sono da sempre appassionato al mondo giornalistico, soprattutto quello moderno. Amo scrivere e parlare di calcio. Da novembre 2020 frequento il Master in Giornalismo della Lumsa.