Nikki Haley saluta i suoi sostenitori | Foto Ansa

Nikki Haley vince primarierepubblicane a WashingtonTrump la attacca sui social

"Quella città è una palude inutile e lei ha un cervello di gallina"

WASHINGTON – La corsa alle primarie repubblicane negli Stati Uniti si infiamma. Nikki Haley ha vinto nella capitale Washington. Un primo – e per la verità abbastanza prevedibile – successo ai danni del rivale Donald Trump. La capitale statunitense si conferma “bestia nera” per il tycoon: nel 2020, l’ex presidente vinse ma in pratica senza rivali, mentre nel 2016 arrivò addirittura terzo. Una vittoria che, tuttavia, per molti analisti è solo un fuoco di paglia, dato che Washington era considerata forse l’unica chance per l’ex governatrice della Carolina del sud di superare Trump, sempre più favorito nella corsa alla Casa Bianca.

Trump attacca Haley sui social

Nel frattempo, l’ex presidente americano ha attaccato pesantemente Haley sui social, definendola “cervello di gallina”. “Mi sono tenuto volutamente alla larga da Washington, la palude, con pochissimi delegati e nessun vantaggio”, ha tuonato Trump, sostenendo che la sua sfidante “ha speso lì tutto il suo tempo, il suo denaro e i suoi sforzi”. “I numeri davvero grandi – ha concluso il tycoon – arriveranno nel Super Tuesday”.

Domani, martedì 5 marzo, sarà infatti il giorno in cui il maggior numero di Stati americani terrà le proprie primarie elettorali o caucus per i candidati presidenziali dei partiti Democratico e Repubblicano.

Antonino Casadonte

Mi chiamo Antonino Casadonte e vengo da Palmi, in provincia di Reggio Calabria. Ho conseguito la Laurea Magistrale in Lingue, Letterature comparate e Traduzione interculturale all'Università di Perugia. Oltre ad essere un esperto di lingue, letterature e culture, sono un grande appassionato di giornalismo e di calcio. Per questo motivo, nel futuro sogno di coniugare le mie due passioni e di diventare giornalista sportivo.