La nazionale unita in cerchio nel ritiro di Coverciano | Foto Ansa

Qualificazioni Euro 2024l'Italia cerca i tre punticontro Macedonia del Nord

Gli azzurri di Spalletti all'Olimpico Chance per Raspadori in prima punta

ROMA – Vincere con la Macedonia del Nord per poter continua la corsa all’Europeo. È questo l’obiettivo della Nazionale, attesa questa sera alle 20.45 allo stadio Olimpico di Roma per la qualificazione a EURO 2024. Gli Azzurri sono a caccia dei tre punti per scacciare i fantasmi di marzo 2022, quando l’Italia fu eliminata a Palermo proprio dai macedoni nella corsa ai Mondiali. Questa volta però i macedoni non possono sperare di qualificarsi. L’Italia è attualmente terza nel girone, a tre punti dalla formazione di Kiev che, però, ha una gara in più. Per questo gli Azzurri sono in cerca dei tre punti per potersi giocare il tutto per tutto sul campo neutro di Leverkusen lunedì contro l’Ucraina, dove basterebbe non perdere il match per qualificarsi.

Il CT Luciano Spalletti deve fare i conti con le indisponibilità di Alessandro Bastoni, che ha un risentimento al polpaccio destro, e Guglielmo Vicario, che è febbricitante. Il Mister ha, quindi, chiamato il difensore della Roma Gianluca Mancini e il portiere dell’Atalanta Marco Carnesecchi. Dopo gli esami strumentali per il difensore dell’Inter Bastoni è stato “confermato il risentimento muscolare al polpaccio destro ed è stato ritenuto non idoneo a sostenere gli impegni con la Nazionale e pertanto farà ritorno al club di appartenenza”.

“C’è bisogno di un’Italia all’altezza della propria storia e del gioco che serve esibire a livello internazionale. C’è bisogno di un’Italia che abbia caratteri forti e calciatori che sappiano affrontare questa situazione: giochiamo per la nostra nazione e dobbiamo essere disposti a tutto”, ha dichiarato il CT in conferenza stampa. Anche per questo Spalletti schiererà il consueto 4-3-3: Donnarumma tra i pali, con una difesa a quattro con  tre giocatori dell’Inter . Acerbi, Dimarco, Darmian – affiancati da Gatti. A centrocampo Jorginho vertice basso, con Barella e Bonaventura. In attacco Spalletti si affiderà al tridente Berardi, Raspadori, Chiesa.

Maria Sole Betti

Classe '96, cresciuta tra l'Adriatico e l'ombra della Madonnina. Da sempre attratta dalle storie degli altri, mi sono laureata in Scienze Politiche all'Università Statale di Milano. Dopo un Erasmus a Barcellona e una magistrale in Istituzioni e tutela dei diritti, l'approdo a Roma per fare del sogno del giornalismo una professione. Curiosità e chiacchere guidano la mia vita, ma, del resto, ho la luna in Ariete.