Riapre il santuario
buddista di Kathmandu
dopo il terremoto

Il Boudhanath è di nuovo visitabile
dopo un restauro durato più di un anno

Riapre oggi dopo oltre un anno di lavori lo stupa di Boudhanath, un importante santuario buddista situato a Kathmandu, in Nepal. Raccontiamo in 10 foto la cerimonia di consacrazione del santuario, fra monaci buddisti in preghiera e gruppi di fedeli in processione per le strade della città. Il tempio riaprirà ufficialmente al culto il prossimo 22 novembre, quando i lavori saranno terminati completamente. La parte alta del tempio era infatti crollata in seguito al terribile terremoto del 25 aprile 2015. Dal 1979 il Boudhanath è considerato dall’Unesco patrimonio dell’umanità.

Monaci buddisti in preghiera durante il rito di consacrazione

Giordano Contu

Studia e vive a Roma. Nato in Sardegna, ma pisano di adozione, ha studiato Filosofia estetica e ha collaborato al quotidiano Il Tirreno. Si interessa di politica e cultura. Cura quotidianamente i social network. È impegnato socialmente e politicamente. Ama i paesaggi, la fotografia e il mare.