Sparatoria a Kansas City: dai festeggiamenti per il Super Bowl alla desolazione

Foto Ansa

Un giorno di festeggiamenti tramutato in una giornata di terrore. Un morto e almeno  ventidue feriti, tra cui 8 bambini. Questo è il bilancio provvisorio della sparatoria avvenuta mercoledì 14 febbraio a Kansas City, in Missouri, durante la parata per la vittoria del Super Bowl della squadra locale dei Chiefs. I primi spari intorno alle 14 (ora locale), poi confusione, urla e gente in fuga. La polizia è intervenuta velocemente, fermando tre sospettati. Non si sanno ancora le motivazioni della sparatoria, ma l’episodio promette di riaccendere inevitabilmente il dibattito sulla detenzione delle armi da fuoco negli Stati Uniti.

Martina Vivani

Nata a Roma nel '96, sono laureata in Lettere Moderne ed Editoria e scrittura. Guidata da un forte interesse per il mondo della comunicazione, sogno di poter diventare giornalista professionista.