In foto l'attore Gérard Depardieu | foto Ansa

Suicida l'attrice EmanuelleDebever, denunciò per primal'attore Gerard Depardieu

Accusato di molestie sessuali La morte è avvenuta il 7 dicembre

PARIGI – È morta suicida l’attrice francese Emmanuelle Debever. Si è tolta la vita a 60 anni gettandosi nella Senna. Fu tra le prime accusatrici delle violenze sessuali commesse dall’attore Gérard Depardieu. 

L’a morte sarebbe avvenuta il 7 dicembre, stesso giorno in cui la tv France 2 ha trasmesso il programma “Complément d’enquête” dove si svelavano nuovi retroscena sulle pesanti molestie sessuali da parte di Depardieu, ma la notizia è stata data solo oggi, quasi una settimana dopo i fatti.  L’annuncio della scomparsa è stato dato dall’Institut national de l’audiovisuel (Ina) sul suo account X.

Debever fu tra le prime attrici a denunciare pubblicamente Depardieu. Le molestie sessuali sarebbero avvenute durante le riprese del film Danton, nel 1982 dove l’attrice interpretava Louison, la giovanissima moglie di Georges Danton (Depardieu).

“Io interpretavo Louison, la giovanissima moglie di Danton – scriveva lei stessa in un post su Facebook del 5 giugno 2019 – il mostro sacro si era permesso delle cose durante quelle riprese, approfittando dell’intimità di una carrozza. Infilando la sua manona sotto la mia gonna, per – così diceva lui – sentirmi meglio, visto che io lo respingevo”.

Lorenzo Urbani

Laureato in Media, comunicazione digitale e giornalismo alla Sapienza, sono giornalista pubblicista dal luglio 2020. Da un anno faccio parte del team di telecronisti per la redazione di Gianluca Di Marzio. Appassionato di tutti gli sport con il sogno di raccontare, un giorno, una finale di Champions League.