Usa, il New York Times"Trump pensa alla graziaper i figli e il genero"

Immediata la sua replica: "Fake news" Annuncia la ricandidatura per il 2024

Donald Trump è sotto indagine per delle tangenti che sarebbero state concesse in cambio di una grazia presidenziale. Secondo la Cnn, il giudice della Corte distrettuale di Washington Beryl Howell ha autorizzato alcuni procuratori ad accedere a documenti contenuti in apparecchi informatici sequestrati negli scorsi mesi. Secondo i documenti giudiziari citati dall’emittente televisiva americana, nelle apparecchiature potrebbero essere presenti alcune mail che rivelano un accordo segreto su contributi politici sostanziali in cambio di una grazia presidenziale o di una sospensione di una pena.

Proprio nelle ultime settimane l’ormai ex presidente americano sta valutando alcuni provvedimenti di clemenza nei confronti dell’ex capo della campagna elettorale Paul Manafort, dell’ex stratega della Casa Bianca Steve Bannon, ma anche nei confronti di parenti e amici. Ed è proprio su questi ultimi che si sofferma il New York Times, secondo cui Trump avrebbe discusso con i suoi consiglieri per la concessione di una grazia preventiva al suo avvocato personale Rudy Giuliani, oltre che a suo genero Jared Kusher e ai suoi tre figli adulti.

Nello specifico, Donald Trump Jr. è stato indagato per contatti relativi al Russiagate, mentre Eric e Ivanka sarebbero legati alle inchieste su evasioni e frodi fiscali della Trump Organization. Kusher invece ha fornito false informazioni alle autorità federali riguardo ai suoi contatti con le autorità straniere per il nullaosta di sicurezza. Infine Giuliani sarebbe coinvolto in alcuni episodi in Ucraina al centro delle inchieste sull’impeachment contro Trump.

Tuttavia, è arrivata prontamente la smentita del leader repubblicano sulle notizie della Cnn, etichettandole in un tweet come “fake news” e rilanciando la sua corsa alla Casa Bianca per il 2024.

Alessio Brandimarte

Mi chiamo Alessio Brandimarte, ho 23 anni e vengo da Roma. Laureatomi in scienze politiche alla LUISS nel 2019, ho iniziato a scrivere di sport per la rivista online LifeFactoryMagazine.