Trump mantiene le promesse
Via l’Obamacare
Sì all’economia No alla salute

Delineato il nuovo piano della Casa Bianca
Nessuna tutela per i più poveri

Donald Trump cancellerà l’eredità della presidenza Obama. Il Tycoon, Insieme con lo speaker della Camera Paul Ryan, ha stabilito una lista di priorità del programma e annunciato che si muoverà in tempi celeri. Nei primi cento giorni di insediamento realizzerà quanto annunciato durante la campagna elettorale. Manterrà quindi le sue promesse.

Tra i punti in cima all’agenda del Tycoon l’abolizione dell’Obamacare, la riforma voluta dal presidente uscente che aveva esteso la copertura sanitaria a venti milioni di americani delle classi più disagiate.

Il nuovo inquilino della Casa Bianca vorrebbe convocare una sessione speciale del Congresso per rimuovere la riforma sanitaria nella sua interezza. Ma eliminarla del tutto non sarà possibile.La legge ha ottenuto il via libera della Corte Suprema e abrogarla significherebbe aumentare il deficit federale di 33 miliardi di dollari. Resta poi il problema di come sostituirla.

Il neo presidente non è stato molto chiaro su come questa verrà rimpiazzata. La proposta repubblicana più completa è quella di Paul Ryan che però differisce in modo sostanziale da quella presentata in campagna elettorale da Trump. Prevede infatti la possibilità di comprare assicurazioni su base statale, deduzioni fiscali e finanziamenti federali per il Medicaid, un programma che fornisce aiuti agli individui con reddito basso.

Insomma, anche se l’Obamacare non sarà eliminata del tutto si assisterà ugualmente ad una totale inversione di marcia e ad un cambio di priorità. Prima l’economia e poi la sanità.Secondo il Tycoon il diritto alla salute non si tutela, si acquista. Nessun diritto per i piu poveri. Ma soprattutto no all’assistenza agli immigrati irregolari, sono uno spreco da undici milioni di dollari.

Inutili quindi le registrazioni al piano sanitario avvenute all’indomani delle elezioni americane.A seguito della vittoria di Trump, Obamacare ha registrato un record di iscrizioni.In un tweet, il segretario della Sanità Sylvia Burwell, ha dichiarato che più di 100.000 registrazioni sono state fatte sul sito HealthCare.gov, la piattaforma per comperare un’assicurazione sanitaria a basso costo.

Luisa Urbani

Nasce a San Benedetto del Tronto il 21 agosto del 1990. Conseguita la maturità scientifica si laurea in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Macerata elaborando una tesi in diritto internazionale. Negli anni della laurea collabora con testate giornalistiche on line e come portavoce di personaggi politici locali.