Twitter: diventa trend topic
la cena pre-elettorale in Usa

La tradizionale cena Al Smith Dinner è stato teatro di scambi di battute amare tra i due candidati

Stamattina, tra le 9 e le 10, l’hashtag mondiale più diffuso su Twitter era #AlSmithDinner. Il tema era quello della tradizionale cena in onore al primo candidato cattolico alla presidenza degli USA, Alfred Smith, che si organizza sin dal 1960 a ridosso delle elezioni presidenziali statunitensi. Erano perciò presenti i due principali candidati alle elezioni di prossima celebrazione: Donald Trump e Hillary Clinton.

Nonostante ci si aspetti che l’atmosfera in un’occasione del genere sia più rilassata, non sono mancate battute al vetriolo tra i due candidati. Donald Trump ha rimarcato di nuovo la possibilità di incriminare la Clinton per lo scandalo delle mail qualora fosse eletto (“Poco fa Hillary mi ha colpito accidentalmente e ha semplicemente detto ‘Perdonami’. Io le ho risposto, con molta calma, che di questo ne riparleremo quando diventerò Presidente”); Hillary Clinton ha invece ironizzato sulle controverse posizioni di Trump sull’ingresso dei mussulmani negli USA (“Come farà Barack con il divieto sui mussulmani?”, ironizzando perciò anche sull’idea, diffusa tra gli avversari di Obama e per un certo periodo condivisa anche da Trump, che l’attuale presidente non sia nato negli USA e che sia mussulmano).

Ovviamente, Twitter è stato invaso da condivisioni di video con queste e altre battute che i due si sono scambiati.

C’è da dire che la Clinton giocava in campo (quasi) avverso. Dal 1980, infatti, da quando cioè il candidato democratico Jimmy Carter fu fischiato durante la cena, si verificano puntualmente polemiche tra gli organizzatori di questo evento (che ricordiamo provenire da ambienti cattolici) e i candidati del Partito Democratico, per via delle posizioni di questi ultimi in tema di legalizzazione dell’aborto.

Christian Dalenz

Nato a Roma il 30/10/85. Laureato all’Università La Sapienza (Roma) in Relazioni Economiche Internazionali nel 2011 e in Analisi Economica delle Istituzioni Internazionali nel 2014, e in Economic Policy alla Facoltà di Arti e Scienze Sociali dell’Università di Kingston (Londra) nel 2016. Scrive articoli di politica, economia, cinema e musica per varie testate, tra cui Lumsanews, Forexinfo e Slowcult. Facebook: https://www.facebook.com/articolidalenz