Un carro armato in Ucraina sotto la neve, dicembre 2022 - Foto Ansa/Manuela Tulli

Un miliardo di euro per KievLa comunità internazionalesi mobilita per gli ucraini

Meloni: "Aiutare i Paesi dell'Est europa Unicef: "A rischio 7 milioni di bambini"

KIEV – Un miliardo di euro per aiutare il popolo ucraino a superare l’inverno. È la cifra che il presidente francese Emmanuel Macron ha deciso di stanziare a margine della Conferenza di Parigi in solidarietà con l’Ucraina. “Questi bombardamenti sono crimini di guerra e non resteranno impuniti” ha affermato il capo dell’Eliseo, mentre il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha denunciato il “terrorismo energetico” messo in atto dal Cremlino.

Le cifre degli aiuti all’Ucraina

Sono 70 i Paesi e le organizzazioni internazionali che hanno messo a disposizione fondi per l’Ucraina. Di questi, 415 milioni sono dedicati al settore energia, 25 milioni per l’acqua, 38 per l’alimentazione, 17 per la sanità, 22 per i trasporti. La restante parte, circa 493 milioni, è ancora da assegnare.

La premier Meloni: “Aiutare i Paesi dell’ex Urss”

Mentre la Russia rivendica “i confini storici dell’Urss”, la presidente del Consiglio Giorgia Meloni, durante le audizioni al Senato, ha fatto riferimento ai “Paesi dell’Est Europa abbandonati per decenni al gioco dell’Unione sovietica”. “Forse vale la pena di dare loro una mano”, ha sottolineato Meloni, ribadendo che l’Italia e l’Unione europea vogliono “difendere il diritto internazionale, i nostri valori e il ruolo dell’occidente”.

Il sostegno militare statunitense

Secondo la Cnn, il presidente degli Stati Uniti Joe Biden annuncerà nelle prossime ore l’invio a Kiev dei missili per la difesa aerea Patriot. I militari ucraini saranno addestrati ad usarli nella base Usa di Grafenwoehr, in Germania. Intanto nella notte del 14 dicembre, la difesa ucraina ha abbattuto 13 droni kamikaze Shahed-136/131 di fabbricazione iraniana e la presidenza di Kiev ha annunciato che 64 ucraini e un americano sono stati rilasciati in uno scambio di prigionieri con la Russia.

L’allarme dell’Unicef

Secondo l’ultimo rapporto dell’Unicef sarebbero a rischio sette milioni di bambini ucraini a causa della privazione di fonti di calore per l’inverno, che alza la possibilità per i minori di contrarre malattie respiratorie. Senza un accesso stabile all’elettricità, o all’acqua, “le strutture sanitarie potrebbero non essere in grado di fornire servizi essenziali” – si legge nel rapporto – aumentando il rischio di influenze, polmonite, Covid e malattie trasmesse dall’acqua.

Nella foto in alto: un carro armato in Ucraina sotto la neve, dicembre 2022 – Foto Ansa/Manuela Tulli

Raffaele Rossi

Laureato in Scienze della Formazione e con un Master in marketing, management e comunicazione nella musica. Ho lavorato come press officer e nel marketing digitale. Collaboratore del Corriere Roma. Dal 2017 Managing director del sito musicale End of a Century: mi occupo di interviste, recensioni e news.