L'alto rappresentante dell'Unione Europea per gli affari esteri Josep Borrell con il ministro degli esteri ungherese Peter Szijjarto durante il consiglio degli affari esteri a Bruxelles | Foto: Ansa

Kiev: "Se l'Unione europeanon apre all'adesionesarà un errore devastante"

Approvate leggi richieste da Bruxelles Borrell: "Il sostegno militare continua"

KIEV – L’Ucraina approva tre delle quattro leggi chieste dalla Commissione Europea per veder completate le richieste nel suo rapporto sull’apertura dei negoziati di adesione e l’ultima è stata depositata al Parlamento. Il ministro degli Esteri ucraino, Dmytro Kuleba, ha fatto sapere al consiglio affari esteri dell’Unione Europea che se non verranno rispettagli gli impegni, “sarebbe devastante per l’Ucraina e per l’Unione Europea, perché lancerebbe il messaggio che l’Unione non è in grado di prendere decisioni storiche”.

L’Alto rappresentante per la politica estera Ue Josep Borrell ha sottolineato che questo è il momento di sostenere Kiev perché le perdite della Russia aumentano. “Oggi discuteremo le garanzie di sicurezza per l’Ucraina – ha dichiarato – e i ministri mi devono dare delle linee guida per portare opzioni al vertice dei leader, è importante che il sostegno militare all’Ucraina continui a livello europeo e non solo bilateralmente”.