Wikileaks, nuove rivelazioniLa Cia spiava la Franciaalle presidenziali del 2012

Nel mirino Hollande, Le Pen e Sarkozy Pubblicati i documenti secretati

Per dieci mesi i servizi segreti degli Stati Uniti spiarono i candidati alle elezioni presidenziali in Francia del 2012. Nel mirino della Cia i maggiori partiti e i tre principali candidati. Lo ha rivelato ieri Wikileaks sul suo sito.

Il fondatore Julian Assange scrive che la rivelazione è parte di una nuova ondata di informazioni riservate, in gergo i leaks serie Vault 7, che saranno presto pubblicate. La Cia avrebbe eseguito tre ordini specifici: tenere sotto controllo il Partito socialista (Ps) e il suo candidato François Hollande, il Front National (Fn) guidato da Marine Le Pen e l’allora partito gollista (Ump) del presidente uscente Nicolas Sarkozy.  Secondo Wiklileaks la Cia cercava di raccogliere informazioni su strategie elettorali, dibattiti interni, finanziamenti, programmi politico-economici e rapporti con altri Paesi europei e con gli Stati Uniti.

I documenti secretati sono stati pubblicati in esclusiva su “La Repubblica” e sui quotidiani francesi “Libération” e “Mediapart”. Wikileaks rivela che l’operazione durò 10 mesi, dal 21 novembre 2011 al 29 settembre 2012. La Cia avrebbe spiato i Paesi amici su ordine del Dipartimento di Stato con finalità di difesa e di intelligence.

Giordano Contu

Studia e vive a Roma. Nato in Sardegna, ma pisano di adozione, ha studiato Filosofia estetica e ha collaborato al quotidiano Il Tirreno. Si interessa di politica e cultura. Cura quotidianamente i social network. È impegnato socialmente e politicamente. Ama i paesaggi, la fotografia e il mare.