Canada, il Québec al votofra spinte indipendentistee desideri di autonomia

Il leader del Bloc Québécois, Blanchet "Considerare la sovranità della zona"

Questa mattina, a poche ore dalle aperture delle urne per le elezioni in Canada, è tornato lo spettro della secessione in Québec. Alla fine della sua campagna elettorale, in un comizio, il leader del partito federale sovranista Bloc Québécois Yves-Francois Blanchet ha dichiarato: “Il Québec dovrà considerare nuovamente di darsi tutti gli attributi della sovranità”.

La formazione politica di Blanchet si presenta solo nella provincia a maggioranza francofona dove, stando alle intenzioni di voto, è testa a testa con i liberali del premier uscente Justin Trudeau. Andrew Scheer, attuale leader del partito conservatore, ha condannato l’ipotesi che la sovranità del Québec sia la priorità del Bloc Québécois: “I canadesi devono stare uniti. Un voto per il partito di Blanchet è un voto per un altro referendum”. La storia del Canada infatti è stata percorsa da istanze separatiste, che si ripresentano soprattutto durante la fase elettorale.

Nella foto, il premier canadese, il liberale Justin Trudeau (a sinistra), il conservatore Andrew Scheer (al centro) e il leader del Bloc Québécois Yves-Francois Blanchet (a destra) durante un dibattito politico a Gatineau, Québec, Canada

Rossella Dell'Anno

Rossella Dell’Anno, nata ad Avellino il 06/07/1989. Diplomata nel 2008 al Liceo Linguistico “P.E. Imbriani” di Avellino. Laurea triennale nel 2013 in Lettere e Filosofia, indirizzo moderno, presso “L’Università degli Studi di Napoli L’Orientale”. Laurea magistrale in Editoria e Scrittura nel 2016 presso “La Sapienza”. Dal 2018 iscritta al Master in giornalismo LUMSA.