Le locandine affisse a Napoli con i volti degli israeliani rapiti il 7 ottobre nell'attacco di Hamas affisse in vari punti di Napoli e quasi immediatamente vandalizzate | Foto Ansa

Napoli, deturpate locandinecon i volti degli israelianirapiti da Hamas

Arrestato a Genova un cittadino del Bangladesh per terrorismo

NAPOLI – Sono state vandalizzate le locandine appese in vari punti di Napoli con i volti dei cittadini israeliani rapiti nel corso dell’attacco di Hamas del 7 ottobre scorso. I cartelloni sono stati deturpati quasi immediatamente. I volti sono stati cancellati, coperti da pennarelli neri o strappati.

“Il 7 ottobre quasi 200 civili israeliani innocenti sono stati rapiti e portati nella Striscia di Gaza. La loro posizione rimane sconosciuta”, si legge sui manifesti sotto la foto del rapito, il suo nome e l’età. Sulle locandine presente anche l’invito a scattare una foto al manifesto ed a condividerlo: a fianco un Qr-code che illustra nei dettagli le ragioni dell’iniziativa. “Aiutarci per favore a portarli a casa vivi”, la conclusione del messaggio.

Intanto a Genova un’operazione antiterrorismo della Polizia di Stato ha portato con l’arresto di un cittadino del Bangladesh, accusato di partecipazione ad associazione con finalità di terrorismo e istigazione a delinquere con finalità di terrorismo.

Alessandra Bucchi

Sono laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali con una laurea magistrale in Conflitti, Studi Strategici e Analisi di Politica Estera. Ho anche fatto un tirocinio presso un'agenzia di marketing digitale.