Il Regno Unito nell'Ueancora fino a maggioVerso l'estensione breve

L'Unione vuole evitare interferenze con le elezioni europee di giugno

Alla riunione degli ambasciatori Ue dei 27 di ieri sera è emersa un’indicazione per un’estensione tecnica breve della permanenza del Regno Unito nell’Unione, in caso di voto positivo a Westminster, limitata a maggio e non fino al 30 giugno, come invece richiesto dalla premier britannica Theresa May nella sua lettera.

Molti rappresentanti delle cancellerie europee hanno infatti indicato la necessità che non ci siano interferenze tra la Brexit ed il voto delle Europee di fine maggio. Lo spiegano fonti diplomatiche. La questione sarà dibattuta anche oggi al summit dei 27 capi di stato e di governo, che si riunirà nel pomeriggio.

Alla sessione sulla Brexit verranno dedicate quattro ore del vertice. Al termine le conclusioni scritte e una conferenza stampa dei presidenti della Commissione e del Consiglio europeo Jean Claude Juncker e Donald Tusk, prevista intorno alle 19:30. I leader discuteranno anche dello scenario di un eventuale voto positivo a Westminster la settimana prossima, con la proroga che potrebbe essere formalizzata con procedura scritta subito dopo.

In caso di una nuova bocciatura ai Comuni, Tusk sarebbe invece pronto a convocare un vertice straordinario, forse il 28 marzo, un giorno prima della data prevista per la Brexit.

Laura Bonaiuti

Laura Bonaiuti è nata a Fiesole (Fi) nel 1992. La sua passione è il giornalismo in qualsiasi sua forma. Vuole raccontare storie su carta, online, in televisione, su youtube e potenzialmente dappertutto. Ha scritto, tra gli altri, per La Repubblica (cartaceo e online) e ha collaborato con il programma televisivo Matrix su Canale 5 a Roma, dove si è trasferita da agosto 2017. Fa parte della redazione del mensile cartaceo “The New’s Room”. Adesso è giornalista praticante presso LUMSA Master School dove studia nel biennio 2018-2020. Nel maggio 2015 ha pubblicato il romanzo “Se nessuno sa dove sei” con Edizioni Piemme e il prossimo uscirà nel gennaio 2020 con un'altra casa editrice.