Il campione olimpico dei 100m Marcell Jacobs | Foto Ansa

Jacobs rivela il nomedel nuovo allenatoreSarà lo statunitense Reider

L'annuncio dopo la rottura con Camossi Pesano gli ultimi (deludenti) risultati

JACSKONVILLE – Marcell Jacobs ha trovato il suo nuovo allenatore: sarà Rana Reider. Il 53enne statunitense, considerato come uno dei punti di riferimento nel settore della velocità, avrà il compito di preparare al meglio lo sprinter italiano in vista delle Olimpiadi di Parigi del 2024.

La “rivoluzione” del campione olimpico dei 100 metri

La scelta di Marcell Jacobs sembra essere più una rivoluzione che un semplice cambiamento. Il rapporto con Paolo Camossi, ex coach del campione olimpico, si era ormai sgretolato da tempo. A “costringere” Jacobs a cambiare allenatore sono stati soprattutto gli ultimi risultati. Ai mondiali di atletica di Budapest ha chiuso la semifinale in quinta posizione, vedendo così sfumare l’accesso alle finali per 4 centesimi. A Xiamen, in Cina, ha ottenuto solo un settimo posto nei 100 metri in Diamond League. Risultati decisamente deludenti e non al livello del campione olimpico di Tokyo 2020.

Rana Reider: chi è il nuovo allenatore di Marcell Jacobs

Jacobs lascerà dunque l’Italia e si trasferirà a Jacksonville, in Florida, per lavorare insieme a Rana Reider. Un segnale forte dato con un cambiamento radicale.
Il coach statunitense è considerato come uno dei migliori nel settore e avrà il compito di riportare in alto lo sprinter lombardo. Tra le motivazioni che hanno spinto Jacobs a scegliere Reider c’è quella di voler lavorare in sinergia con altri sprinter di alto livello. Eppure, negli ultimi mesi, alcuni atleti hanno deciso di interrompere il rapporto con Reider. Tra questi, il canadese André De Grasse – vincitore di 3 medaglie a Tokyo 2020 – e Marvin Bracy, biargento iridato. Eppure, si pensa che dietro a queste scelte ci sia dell’altro. Ai mondiali del 2022, infatti, Reider era stato allontanato per presunte molestie sessuali. L’agenzia americana per la sicurezza nello sport, lo scorso 10 maggio, ha deciso che per un anno – fino al 2024 – il coach statunitense potrà allenare gli atleti, senza seguirli nelle gare e negli impianti. Ora, però, Jacobs ha bisogno di tempo per adattarsi e allenarsi al meglio. L’obiettivo è il secondo titolo a cinque cerchi, impresa riuscita solo a mostri sacri come Usain Bolt e Carl Lewis.

Alessandro Raeli

Nato nel '98 nella terra del sole, del mare e del vento. Mi sono laureato in Interpretariato e Comunicazione all'Università Iulm di Milano, dove ho successivamente conseguito la laurea magistrale in Traduzione Specialistica. Appassionato di Formula 1 e dello sport in generale, sogno di diventare giornalista sportivo.