Manovra, cala lo spreadIl governo propone alla Uetempi lenti per le misure

Il premier assicura riduzione del debito Ventilata l'ipotesi di una manovra bis

La cena di domani a Bruxelles tra il premier Giuseppe Conte con il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker, già annunciata come non risolutiva dagli stessi partecipanti, servirà comunque per tranquillizzare gli investitori istituzionali. Il governo è preoccupato per il calo degli acquisti di Btp Italia e tenta di riconquistare la fiducia dei mercati.

Nonostante le turbolenze politiche, Piazza Affari oggi apre in rialzo, con lo spread tra Btp e Bund in calo a 299 punti base, con un’accelerazione a metà mattina spinta dal calo del differenziale tra Btp e Bund tedeschi. Dati che il ministro dell’Economia Giovanni Tria, nel corso del question time di ieri al Senato, ha fatto tremare, affermando che se lo spread è alto nel lungo termine, i mutui potrebbe risultare più cari. Tuttavia, ha tenuto a precisare che “i fondamentali dell’economia italiana non giustificano i livelli attuali di spread”.

Ora la Ue dovrà rispondere alla proposta italiana di rinviare l’attuazione della procedura di infrazione a tre mesi dopo la riunione dell’Ecofin, prevista a gennaio, o attendere il 22 luglio. Conte ha assicurato nuove misure, forse addirittura una manovra bis per correggere quella attualmente in discussione, favorendo una rapida discesa del debito, attraverso la dismissione di asset non strategici già nel 2019, per un valore pari a circa l’1% del Pil.

Serena Console

Laureata in lingua e cultura orientale (cinese e giapponese) e in Professioni dell'editoria e giornalismo, ha conseguito il tesserino da Pubblicista nel 2017. Attualmente collabora con Radio Bullets, dove si occupa di approfondimenti sulla cultura e società cinese; nel weekend cura il Notiziario Orientale con tutte le notizie dall'Estremo Oriente.