New Zealand campioneIn finale di America's Cupbatte 7-3 Luna Rossa

I detentori vincono la decima regata Il team italiano ci riproverà nel 2025

È il Team New Zealand a vincere la 36esima edizione dell’America’s Cup, battendo in finale Luna Rossa, che esce comunque a testa alta dalla sfida con gli All Blacks della vela. Il punto decisivo è arrivato nella notte italiana a Auckland, dove i neozelandesi hanno vinto la regata, portando la serie sul definitivo 7-3.

Dopo una buona partenza da parte del team italiano, New Zealand ha preso il sopravvento battendolo a seguito di una battaglia continua caratterizzata da virate e incroci. Dalla seconda bolina in poi, Luna Rossa non è riuscita più ad avvicinarsi concretamente agli oceanici, che hanno giocato alla grande sui salti di vento e chiuso la regata con 46’’ di vantaggio.

Grande festa per la squadra neozelandese, ma anche tanto rispetto reciproco, con i due team che si sono fermati a fine gara per applaudirsi a vicenda. A bordo della barca vincitrice è salito anche il proprietario Grant Dalton, il quale ha festeggiato il quarto titolo del team in meno di ventisei anni con il suo timoniere Peter Burling. Quest’ultimo ha dichiarato: “È fantastico vincere un’altra coppa. Siamo cresciuti, acquisendo nuove conoscenze della barca. Complimenti a Luna Rossa per la bella serie di regate disputate”.

Anche Francesco Bruni, timoniere del team italiano, ha voluto congratularsi con gli avversari. “È stata davvero un’esperienza fantastica, complimenti a New Zealand per il lavoro eccezionale. Complimenti anche a noi: abbiamo dimostrato che possiamo farcela. Questa non è una fine, Luna Rossa ci riproverà”, ha concluso il velista ringraziando l’Italia per il supporto.

La barca di Patrizio Bertelli, infatti, dopo aver vinto la Prada Cup e impensierito New Zealand in finale di America’s Cup, è pronta a provarci di nuovo nel 2025. Per ora, resta la soddisfazione di aver fatto appassionare alla vela milioni di italiani, conquistando tre regate in una finale. Nelle due precedenti esperienze, nel 1992 e nel 2000, l’Italia ne aveva vinto appena una.

Valerio Albertini

Nato a Roma il 27 aprile 1998. Laureato in Scienze della Comunicazione, Informazione e Marketing alla Lumsa. Sono appassionato di sport, in particolare calcio. Amo scrivere e raccontare storie.