Coppa Italia, oggi il derby Roma-Lazio per i quartiGara secca senza pareggi

Lotito: “È un campionato nel campionato” Dolore alla schiena per Pellegrini

ROMA – Sarà un Olimpico blindato quello che il dieci gennaio alle 18 accoglierà i tifosi di Lazio e Roma. Il derby della Capitale per i quarti di Coppa Italia è una gara secca, che non prevede il pareggio. “È un campionato nel campionato”, ha detto il presidente della Lazio, Claudio Lotito, “un appuntamento importante in cui i tifosi devono essere il nostro dodicesimo uomo in campo” ha proseguito il biancoceleste. Nella strada verso il titolo si incastona una delle rivalità sportive più sentite della serie A, cresciuta dopo la finale di Coppa Italia del 2013 vinta dalla Lazio, proprio ai danni della Roma. L’arbitro, come dieci anni fa, sarà proprio Daniele Orsato. 

Incerta la partecipazione del capitano giallorosso Lorenzo Pellegrini che continua ad avere dolore alla schiena in seguito alla botta rimediata in uno scontro di gioco con Scalvini domenica nella gara contro l’Atalanta. La prova decisiva per capire se potrà essere a disposizione dal primo minuto o a gara in corso è prevista in mattinata. Nelle valutazioni finali dell’allenatore giallorosso José Mourinho ci sarà quindi il feedback del calciatore che deve tener conto della possibilità di arrivare ai supplementari. Per la Lazio assente invece, sempre causa infortunio, Ciro Immobile. 

Gli allenatori di Lazio e Roma devono fare i conti con i tanti infortuni. Per i biancocelesti Isaksen, Zaccagni, Luis Alberto non sono in ottima forma, e Provedel è a letto con 39 di febbre. Nella Roma c’è la solita emergenza tra difesa e centrocampo. A scontrarsi in attacco ci saranno Castellanos e Lukaku, entrambi in cerca di un tiro in porta. Castellanos, dall’8 ottobre è rimasto a lungo a secco fino al 29 dicembre contro il Frosinone. Lukaku è in cerca della sua rivincita con un gol dopo lo 0-0 del 12 novembre contro la Lazio. Per lo scontro di questa sera è stato aumentato il livello di sicurezza rispetto alle solite partite. Sono infatti stati previsti mille agenti in più.

Alessandra Bucchi

Sono laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali con una laurea magistrale in Conflitti, Studi Strategici e Analisi di Politica Estera. Ho anche fatto un tirocinio presso un'agenzia di marketing digitale.