Regno Unito oggi al votoJohnson: "Salviamo il Paese"Corbyn potrebbe recuperare

45 milioni alle urne aperte fino alle 22 Non si votava a dicembre dal 1923

Il voto che si tiene nel Regno Unito, dalle 7 di stamattina fino alle 22, si è trasformato più che altro in un referendum sulla Brexit. Del resto Boris Johnson, il Primo Ministro conservatore uscente, ha fatto campagna elettorale con lo slogan “Get Brexit done” e punta a portare il Paese fuori dalla Ue alla nuova scadenza del 31 gennaio 2020.

Si tratta delle terze elezioni in meno di cinque anni per i sudditi di Sua Maestà, le prime a tenersi nel mese di dicembre dal 1923. Johnson, che appare in vantaggio, ha dichiarato: “Abbiamo un obiettivo nazionale da adesso fino alle 22. Dobbiamo trovare ogni voto possibile per salvare il nostro Paese dal disastro”. L’obiettivo è superare la situazione di stallo parlamentare e arrivare alla Brexit con una maggioranza più solida.

Lo sfidante, il laburista Jeremy Corbyn, secondo un sondaggio a campione pubblicato da La Repubblica, sembrerebbe aver recuperato qualche consenso. La sua strategia è sentire di nuovo il polso del paese, indicendo un secondo referendum sulla Brexit e una rinegoziazione con Bruxelles.
Circa 45 milioni di persone andranno alle urne oggi. I primi risultati si avranno tra stanotte e domattina.

Laura Bonaiuti

Laura Bonaiuti è nata a Fiesole (Fi) nel 1992. La sua passione è il giornalismo in qualsiasi sua forma. Vuole raccontare storie su carta, online, in televisione, su youtube e potenzialmente dappertutto. Ha scritto, tra gli altri, per La Repubblica (cartaceo e online) e ha collaborato con il programma televisivo Matrix su Canale 5 a Roma, dove si è trasferita da agosto 2017. Fa parte della redazione del mensile cartaceo “The New’s Room”. Adesso è giornalista praticante presso LUMSA Master School dove studia nel biennio 2018-2020. Nel maggio 2015 ha pubblicato il romanzo “Se nessuno sa dove sei” con Edizioni Piemme e "Non c'è posto per me" nel gennaio 2020 con Giunti.