Victor Osimhen alla fine della partita Napoli-Udinese allo Stadio Armando Maradona il 27 settembre 2023. | Foto Ansa

"Serie A, nei club italiani quasi 7 calciatori su 10sono di origine straniera"

La ricerca del blog Time2play Negli ultimi 30 anni aumentati del 417%

ROMA – Olivier Giroud, nazionalità francese, attaccante del Milan. Lautaro Martínez, argentino, stesso ruolo ma per l’Inter. C’è poi il serbo Dusan Vlahovic, il bomber della Juventus. E ancora, la punta del Napoli, Victor Osimhen. Grandi calciatori stranieri che portano avanti grandi squadre italiane nella Serie A. Come loro, ce ne sono tantissimi. Secondo una ricerca curata da Time2play, blog di informazione sportiva che realizza approfondimenti su temi di attualità calcistica, negli ultimi 30 anni i giocatori di nazionalità non italiana inseriti nei nostri team sono aumentati del 417%, essendo passati da 70 a 362 dalla stagione 1993/1994. Dunque 3 volte in più rispetto alla media dei maggiori campionati europei.

Per quanto riguarda il campionato di Serie A, 362 giocatori dei 567 tesserati sono stranieri. Circa 7 su 10. Nella classifica stilata da Time2play, la squadra più esterofila di tutte risulta essere l’Udinese, con 30 stranieri in rosa su 35 (l’85%), seguita dal Torino, che ne conta 21 su 26 (l’80%), e dal Genoa, con 22 su 29 calciatori totali (il 75,8%). All’ultimo posto il Monza, con appena 10 calciatori stranieri su 29, il 34,4% del totale.

Ma quali sono i club più multiculturali? Ancora una volta in testa è l’Udinese, che insieme al Genoa gode della presenza di 18 nazionalità diverse. Segue la Juve con 6. La maggior parte dei calciatori, registra il blog, proviene dalla Francia – ne sono 41 -, seguita da 30 argentini e 26 brasiliani.

I numeri riflettono quanto il calcio si stia internazionalizzando sempre più, abbattendo barriere geografiche e culturali. In quest’ottica, la Serie A non è l’unico esempio, anzi. Il campionato europeo con maggiori presenze straniere è la Premier League, pari al  69,1% del totale dei calciatori. Segue il nostro campionato con il 63,8%, mentre il terzo posto spetta alla la Ligue 1, con il 57,1%. Tra le squadre europee con più giocatori internazionali, invece, c’è il Fulham con il 92,3% di presenze. Tra i club più autoctoni, invece, l’Athletic Bilbao, con un solo calciatore straniero su 25.

Chiara Esposito

Nata a Napoli. Laureata in Archeologia, storia dell'arte e scienze del patrimonio culturale presso l'Università Federico II e in Editoria e Scrittura alla Sapienza. Aspiro a diventare giornalista professionista.